Lazio, 5 novità in un giorno. E Bastos incanta Higuain

Lazio, 5 novità in un giorno. E Bastos incanta Higuain

"Ho scelto la Lazio perché è una delle migliori squadre italiane e devo cercare di essere importante per questa squadra".

Cinque in uno. Giornata di presentazioni a Formello e prime parole per cinque dei nuovi acquisti della Lazio: il portiere Ivan Vargic, i difensori Wallace e Bastos, i centrocampisti Luis Alberto e Leitner.

Al suo esordio in Serie A, l'angolano era risultato fra i migliori in campo, ricevendo anche i complimenti di Higuain. "Mi ha sorpreso molto - ammette in proposito Bastos - È una cosa che ti motiva". "Il calcio italiano è molto competitivo e c'è molta tattica - ha osservato il difensore brasiliano ex Monaco, che ha scelto la maglia numero 13 che fu di Nesta - Ho sempre avuto questo numero; quando sono arrivato qui, l'ho chiesto pur essendo cosciente della responsabilità di portarlo in questa squadra: l'ho ottenuto e darò il massimo". Io ho giocato su tutto il reparto avanzato anche se sono stato posizionato di più sulla zona centrale, a me, però, piace giocare libero.

Altro giocatore da cui ci si aspetta molto è Luis Alberto chiamato a sostituire Candreva. "Sto molto bene a livello psicologico - aggiunge il nuovo acquisto biancoceleste - mi serve più tempo per migliorare fisicamente".

Leitner non vede l'ora di lasciare il segno: "La mia non è rabbia ma voglia di riscatto, voglio divertirmi vincendo". Ovviamente sto imparando l'italiano per comprendere sempre di più. La cosa importante è che se ho qualche domanda o qualche dubbio, so che posso sempre fare riferimento a lui. Io delle mie qualità preferisco non parlare, perché è meglio ne parlino i miei compagni. Ho tanti giocatori preferiti, Iniesta, Zidane, tutti giocatori importanti da cui si può imparare molto. "All'inizio avrò più difficoltà ma con il tempo sarò in grado di superarle". "Ma sarà compito dell'allenatore decidere come impiegarmi sul campo", ha concluso il tedesco. Sostituirlo per me non è difficile.

Conosco bene Immobile perché ha giocato a Siviglia, è una punta dinamica e per questo sono certo che riusciremo a creare molta armonia tra di noi nel reparto offensivo.