La luna nera il 30 settembre: la fine del mondo si avvicina?

La luna nera il 30 settembre: la fine del mondo si avvicina?

Il fenomeno, che in realtà si verifica ogni 32 mesi, consiste nell'entrata della luna nel cono d'ombra della Terra e della conseguente invisibilità del satellite. A fine ottobre, si capovolgeranno i ruoli: per i miliardi di persone che vivono nell'emisfero orientale, la Luna nera arriverà il 30 ottobre, o addirittura il giorno seguente per gli abitanti di Asia orientale, Giappone, Australia e Nuova Zelanda.

A smorzare i toni ed evitare inutili allarmismi ci hanno pensato tuttavia gli scienziati affermando che non c'è nulla da temere, e la Terra andrà avanti come al solito durante e dopo la Luna Nera.

Se avete qualche anno sulle spalle, l'espressione "Luna Nera" potrebbe ricordarvi di Cloris Brosca e dei suoi giochi con i tarocchi di alcuni programmi televisivi degli anni '90.

Del resto, non ci sono di certo prove scientifiche a sostegno della stramba teoria, che è solo l'ultima di una lunga serie di falsi allarmi.

Secondo cospirazionisti e catastrofisti questi sarebbero i "segni" di una imminente fine del mondo.

Non a caso c'è anche chi cita un versetto della Bibbia (come fa il sito web Signs Of The End Times) riportato nel vangelo di Matteo, (capitolo 24.29) in cui si legge: "Subito dopo la tribolazione di quei giorni, il sole si oscurerà e la luna non darà più la sua luce, le stelle cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno scrollate". La descrizione dell'Apocalisse. Forse un po' troppo per una semplice eclissi di Luna.

In sostanza, i teorici ritengono che la prima parte della profezia si è avverata all'inizio di questo mese con l'eclissi solare, e venerdì sarà il giorno in cui "la luna non darà più la sua luce". Ci stiamo avvicinando alla fine del nostro mondo e la fine della vita sulla Terra per ogni essere umano. "Nessuno potrà sfuggire a quello che sta arrivando sulla Terra".

Il fenomeno della Luna Nera sarà visibile soprattutto nell'emisfero occidentale della Terra, al Nord e Sud America. In Europa, invece, per assistere allo spettacolo si dovrà attendere sabato mattina all'alba, ore 1.11.