La Lazio dona una maglia alla Raggi, lei rifiuta: "Imparzialità"

La Lazio dona una maglia alla Raggi, lei rifiuta:

Ma il Campidoglio ha rifiutato questo dono, perché guai a sbilanciarsi calcisticamente in una città come Roma, . E neppure i romani di fede biancazzurra hanno preso bene la mossa di Virginia Raggi. Il responsabile della comunicazione della squadra biancoceleste, Arturo Diaconale ha così pensato di regalare la nuova uniforme della stagione 2016/2017 di Ciro Immobile al figlio della sindaca di Roma pensando di fare cosa gradita.

Diaconale, dopo essersi procurato la T-shirt, ha infatti tentato in tutti i modi di mettersi in contatto direttamente col sindaco per fissare un incontro. La motivazione ufficiale è che Virginia Raggi vuole che la sua amministrazione sia al di sopra delle parti. "No grazie, il sindaco non può schierarsi apertamente ed essere etichettata come tifosa laziale. Deve mantenere imparzialità, anche nel calcio", fanno sapere dal Campidoglio.

Discutibilissima giustificazione in primis e, in secondo luogo, la maglietta sarebbe stato un dono per il figlio, mica per lei. Stadio di cui si è parlato molto in campagna elettorale e che insieme al caso Olimpiadi ha rappresentato uno dei capitoli più discussi per quel che riguarda le iniziative di natura sportiva. Un regalo per il figlio del primo cittadino della Capitale, tifoso biancoceleste.