La Juve non la fermi mai. Ko anche il Sassuolo - LE PAGELLE

La Juve non la fermi mai. Ko anche il Sassuolo - LE PAGELLE

Miralem Pjanic, dopo la vittoria contro il Sassuolo, ha dichiarato a Tuttosport: "Posso fare di più ma sono contento della mia prestazione e per quella della squadra". Da qui in poi, la Juventus ritira un po' i remi in barca e il Sassuolo viene di nuovo fuori, anche al di là del fortunoso gol del 3-1 segnato da Antei sugli sviluppi di un angolo, con Buffon che esce male a il difensore del Sassuolo che spinge in rete la ribattuta corta della difesa bianconera.

Juventus - Sassuolo è il tanto atteso anticipo delle 18 della 3° di campionato, Juventus gia capolista della serie A, prova a confermare quanto di buono fatto nelle prime 2 giornate, con un Higuain e un Pjanic titolari in più, Dani Alves risparmiato per Champions partirà titolare Lichstainer, alla pari di Benatia che sostituisce Barzagli, Sassuolo che perde inaspettatamente 3 punti con la sconfitta a tavolino di Pescara per il caso Ragusa, si presenta con un attacco di riseva formato da Politano Matri e proprio Ragusa, che coprono i posti mancanti di Defrel e Berardi infortunati. Il Sassuolo prova a rialzare la testa con la complicità di Buffon, che favorisce il gol di Antei, ma la Juve resta in controllo e a inizio ripresa Consigli si salva su Khedira, poi sono Pjanic e Alex Sandro a sfiorare il poker.

Pjanic 7: non poteva esordire meglio con la nuova maglia della Juventus, partita devastante da mezz'ala impreziosita dalla rete del momentaneo 3-0. Ha buone possibilità di giocare. Con il calcio dangolo abbiamo ridato speranza al Sassuolo e riaperto il match.

RUOLO - "Non rappresenta un problema dove giocherò". Tutti insieme, non con 5 che pensano solo alla fase offensiva, e altri alla fase difensiva. La Juve diverte e dà l'impressione di poter colpire ogni volta che avanza. Passerà il tempo e l'intesa crescerà ancora. Mentre sul centrocampo e la questione dei cambi, aggiunge: "Ho giocatori che mi permettono di cambiare, non lo si fa dall'oggi al domani ma nel corso dell'anno ci possono essere dei cambiamenti".

"Domani c'è il Sassuolo, una squadra che negli ultimi anni ci ha sempre reso la vita difficile con partite combattute. Ci siamo visti ieri sera e gli ho detto che nel calcio non si smette mai di dimostrare".