iPhone 7 vende meno del modello precedente

iPhone 7 vende meno del modello precedente

Ming-Chi Kuo, analista di Kgi esperto del mondo Apple, ha alzato le stime di vendita dell'iPhone 7 per il 2016, portandole da 65 a 70-75 milioni di pezzi.

Fortunatamente alcuni analisti del settore sembrano aver già elaborato alcune ipotesi a riguardo, elaborando informazioni ottenute in modo indipendente sul primo weekend di vendite.

Stesse stime anche per gli analisti di Gfk che, rifacendosi a un documento sulle vendite fornito da Apple a un cliente, Cupertino avrebbe commercializzato il 25% dei melafonini in meno rispetto al lancio nel 2015 degli iPhone 6S.

A comportarsi meglio del previsto sarebbe in particolare la variante Plus del telefono, che si è trovata al centro di una fortunata convergenza: tra l'apprezzamento da parte del pubblico nei confronti della doppia fotocamera e l'inaspettata debacle delle batterie esplosive sui Galaxy Note 7 di Samsung che ha azzoppato il successo del principale concorrente di iPhone 7 Plus.

Tuttavia, queste cifre potrebbero essere lontane da quella che è la realtà: KGI, infatti, sottolinea che difficilmente si riusciranno a superare quelle che furono le vendite di iPhone 6S. Ma non basta, perché si attende ancora la messa in vendita sia di iPhone 7 Plus che della versione Jet Black e anche questo ritardo frena sensibilmente le vendite, almeno per il momento.

Guardando ai dati che arrivano dai partner di Apple, nel terzo trimestre l'ordinativo dei chip è stato pari a 50 milioni, nel quarto trimestre si arriverà invece a 45 milioni mentre nel primo trimestre del 2017 ci saranno al massimo 37 milioni di unità prodotte per iPhone 7 e iPhone 7 Plus combinati.