Inter, Miangue: "Sono ancora emozionato. De Boer mi dà sempre molta fiducia"

Inter, Miangue:

La Juve ha giocato male contro il Palermo, ma alla fine ha portato a casa i tre punti e all'inter ancora manca questo cinismo da grande squadra, anche se occorre sottolineare che di fronte ha trovato una compagine di tutto rispetto come il Bologna di Donadoni.

De Boer sta cominciando a conoscere bene l'organico. "L'Inter cresce di gara in gara e ci auguriamo che questo ci porti nelle zone alte della classifica". Immensa, come ormai sempre, la prestazione di Domenico Maietta: con lui in campo, dall'inizio del campionato, la squadra rossoblù ha subito un solo gol a testimonianza dell'importanza di un difensore che è leader sia dentro che fuori dal campo. Valuteremo come si potrà intervenire per rinforzare la rosa accontentando le richieste dell'allenatore. "Sono d'accordo, sono arrivati giocatori interessanti come Candreva, Joao Mario, Banega, che hanno alzato il tasso tecnico della squadra, che ha piu' qualita'. C'è grande disponibilità nell'accontentarlo". Il fatto di andare in svantaggio ha dato la forza di reagire e vincere gare importanti, ma ci sarà sempre da lavorare. Poi, il senso di appartenenza. Con Francesco abbiamo vissuto momenti molto belli, spero possa dimostrare ancora il suo valore.

"Dobbiamo onorarla perché è una competizione europea; giovedì possiamo riscattarci dopo la prima partita. Credo che Brozovic stia dimostrando ora che ha voglia di mettersi a disposizione, vedremo il momento più opportuno".

Una stoccata alla Juventus: "Non li ritengo un punto di riferimento: siamo delle società diverse che agiscono in maniera differente".

Su De Boer: "Sta facendo un ottimo lavoro, ci sono i presupposti per fare bene. Ognuno ha la sua storia, il suo percorso e cerchiamo di arrivare ai successi con la nostra esperienza e le nostre capacita'", ha sottolineato Zanetti a Radio Anch'Io Sport. "Non ne abbiamo parlato, non sappiamo quale sarà il futuro del Milan".