Industria: a luglio fatturato -0,7% e ordinativi -11,8% in un anno

Industria: a luglio fatturato -0,7% e ordinativi -11,8% in un anno

Crollo degli ordinativi, invece, che dopo lo straordinario +14,3% di giugno, subiscono un -10,8% mensile, mentre a livello tendenziale, l'indice grezzo arretra di ben l'11,8%. Rispetto al luglio del 2016 il fatturato è calato dello 0,7%, sintesi di aumento dello 0,2% sul mercato interno e di una flessione del 2,2% su quello estero. La rilevazione precedente dell'Istat aveva permesso di osservare una diminuzione del fatturato dell'1,10%. L'incremento più rilevante si registra nei prodotti elettronici (+20%), mentre la flessione maggiore si osserva nella fabbricazione di mezzi di trasporto (-35,6%) e in particolare nel settore della cantieristica.

Anche nella media degli ultimi tre mesi l'indice diminuisce dello 0,4% rispetto ai tre mesi precedenti (-0,2% per il fatturato interno e -0,9% per quello estero). L'Ista precisa che l'aumento è dovuto al positivo andamento del mercato interno (+3,2%), mentre il mercato estero è rimasto stabile. Per quanto riguarda il fatturato della fabbricazione di autoveicoli, il dato sale del 2,2% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, mentre gli ordinativi nel comparto aumentano del 6,5% su base tendenziale. Gli indici destagionalizzati del fatturato segnano incrementi congiunturali per tutti i raggruppamenti principali di industrie, "particolarmente rilevanti", osserva l'Istat, per i beni strumentali (+4,7%) e per l'energia (+3,8%). Il contributo negativo più ampio viene dalla componente interna dei beni intermedi. Per il fatturato manifatturiero, l'incremento tendenziale piu' rilevante si registra nelle industrie tessili e dell'abbigliamento (+6,1%).