Il muro di Calais

Il muro di Calais

Lo ha annunciato il ministro dell'Interno britannico, Robert Goodwill.

Sarà alto quattro metri e correrà per un chilometro lungo i due lati dell'arteria stradale vicina al campo Giungla, dove vivono migliaia di profughi. Si aggiungerà a quello già esistente dal giugno 2015 ed è solo l'ultimo di quelli presenti in Europa. Si tratterà di una barriera di cemento armato alta 4 metri e lunga quasi due chilometri che sarà costruita attorno all'autostrada che porta all'imbarco dei traghetti per Dover e del tunnel per i treni che passano sotto la Manica: le due "crepe" attraverso cui fino ad ora i migranti fuggiti da lontane guerre e miseria tentano di raggiungere l'Inghilterra. Di recente Budapest ha inoltre disposto l'impiego di altri 3 mila poliziotti a protezione del confine meridionale, in aggiunta ai 3.500 già in servizio. AUSTRIA-ITALIA - Dopo settimane di tensioni nella scorsa primavera, sembra invece scongiurato la 'barriera´ al confine con il Brennero che Vienna voleva erigere per contenere gli arrivi di migranti dall'Italia, diretti nel resto d'Europa.

Ma nessuna vera sorpresa da parte della Gran Bretagna, già prima della 'Brexit' infatti l'attuale Primo Ministro, Theresa May, quando era agli Interni aveva espresso le sue riserve nei confronti dei migranti, portando 'fuori' anche gli stessi europei in cerca di lavoro nello Stato Oltremanica.

Bambini giocano sul lato turco del muro di Nicosia (©Getty). "La sicurezza che mettiamo in atto al porto sarà aumentata con mezzi migliori", ha spiegato Goodwill annunciando: "Inizieremo a costruire questo nuovo grande muro molto presto".

Il muro che separa cattolici e protestanti a Belfast.