I miglioramenti che Frank de Boer ha apportato all'Inter di Mancini

I miglioramenti che Frank de Boer ha apportato all'Inter di Mancini

Perchè se Brozovic dovesse giocare e convincere contro lo Sparta, de Boer potrebbe pensare ad un suo impiego anche contro la Roma: Joao Mario è infatti finito ko, e la situazione con Kondogbia - che molto probabilmente salterà diverse partite dopo aver deluso le aspettative e la fiducia del mister - non incoraggia certamente. I paragoni tra lui e Roberto Mancini sono iniziati e molti pensano che questa Inter abbia le qualità per rimanere al vertice di questa Serie A e non crollare improvvisamente come accadde la stagione scorsa quando a gennaio la squadra si sgretolò letteralmente.

Su Icardi: "I centrocampisti sono molto importanti per la squadra e soprattutto per aiutare gli attaccanti, ma sono tutti molto importanti". Ho visto una squadra che lavora durante i 90 minuti: questo è un segnale molto positivo.

La prima cosa importante è l'innalzamento del tasso tecnico grazie agli acquisti di Banega e João Mário (che è stato paragonato a Xavi da Paolo Condò).

Ancora de Boer sulle critiche ricevute prima della sfida vinta con la Juventus, su Brozovic, sulle qualità di Gabigol e sulle possibilità di vincere lo Scudetto: "Critiche?"

Su Gabigol: "Ha qualità molto importanti".

Il Bologna è la squadra che ha intercettato più palloni fino ad ora (102), ma anche quella con la seconda peggior percentuale di contrasti vinti (69%).

Sistemare gli esterni di fascia: "Vogliamo sempre migliorare". Tutti si aspettano miglioramenti. Il nostro obiettivo sarà vincere ogni partita e il duro lavoro. "Non voglio parlare di chi gioca, dopo l'allenamento di oggi i giocatori sapranno chi scenderà in campo".