Hamilton: Ho perso per la partenza, Rosberg fa cantare Monza

Hamilton: Ho perso per la partenza, Rosberg fa cantare Monza

La Ferrari usa una tattica conservativa usando nella Q1 le Soft, riuscendo comunque a tenere una ottima terza posizione per Vettel, con Raikkonen non molto distante quinto.

"La partenza non è stata grandiosa per me, ma è stata una giornata positiva per la Mercedes, questa è la cosa più importante". Il risultato è stato netto. "La nostra missione non si ferma qua, è solo l'inizio, vogliamo vincere". "Finalmente ce l'ho fatta a vincere qui in Italia", ha commentato Rosberg dal palco della premiazione, davanti al mare rosso dei tifosi. "Questo rende la mia giornata davvero fenomenale, grazie a tutti". Le Mercedes ancora una volta volano, con Lewis Hamilton che si prende la Pole segnando un fantastico 1.21.135, precedendo il compagno di squadra Nico Rosberg (+0.478).

HAMILTON "Chiaramente ho perso la gara alla partenza, i miei ingegneri si sono preoccupati subito dopo per come ero partito quindi ho cercato di tranquillizzarli".

Eppure qualche spiraglio - e motivo di gioia - per i tifosi della Rossa c'è: le Red Bull oggi sono state sonoramente battute mentre sul finale di gara le Ferrari hanno dimostrato inequivocabilmente di avere un grandissimo passo gara. Infine Hamilton parla del pubblico italiano: "Il pubblico di Monza è il migliore di tutto l'anno". Abbiamo fatto una grande partenza, speravo frenasse prima ma non lo ha fatto. Kimi Raikkonen quarto. Le buone notizie, si fa per dire, sono queste: cioè che le Red Bull sono rimaste dietro, e in termini di tempo anche di tanto. Stiamo lavorando sodo, dobbiamo fare i complimenti alla Mercedes perché stanno facendo un gran lavoro.

Il tedesco cerca di allungare e creare gap con le Ferrari. È il commento di Sergio Marchionne, presidente Ferrari, dopo il terzo posto a Monza. Infatti sul podio il pilota tedesco ha fatto una grande festa coinvolgendo tutto il pubblico presente che ha risposto al canto unanime del tormentone che ha accompagnato la vittoria della Nazionale Italiana di calcio ai Mondiali del 2006.

Ferrari si conferma stabilmente come seconda potenza del Mondiale, ma non può che ritenersi un premio di consolazione per una scuderia che storicamente ambisce alla vittoria che del resto manca da circa dieci anni: "È bello vedere lo straordinario sostegno dei tifosi, sembra ancora meglio dell'anno scorso".