Festival di Venezia 2016: in concorso lo stilista Tom Ford

Festival di Venezia 2016: in concorso lo stilista Tom Ford

Ci sono anche Isla Fisher, che abbiamo visto in I love shopping e ne Il grande Gatsby, e Aaron Taylor-Johnson, teen idol che ha interpretato Kick-Ass nell'omonimo film, e Quicksilver nel film Avengers - Age of Ultron. "I cadaveri del film vengono ritrovati su un sofà rosso non solo perché fa scena, è scioccante". La faccenda si complica quando riceve dal suo primo marito, Edward Sheffield (Jake Gyllenhaal), la bozza del suo primo romanzo, quello che quando erano sposati aveva cercato di portare a termine più volte, ma senza successo.

Per Jack Gyllenhall del resto è stata un'opportunità per lavorare su un personaggio maestoso, ambiguo, che vive fra il reale e la finzione, cambia, cresce continuamente, "è stata una vera sfida, ho avuto la possibilità di esplorare un character che fa parte dell'immaginario di Susan, la protagonista, è stato bello cercare un equilibrio".

Jake Gyllenhaal. Qui non si ha solo vendetta.

5 anni dopo, Tom Ford sbarca di nuovo al Lido per partecipare al Festival di Venezia 2016, con un film che è, come il precedente, un adattamento di un romanzo, e che vanta ancora un cast di tutto rispetto. Non credo sia un film sulla vendetta, ma il racconto di una coppia che si è amata, ha avuto un'opportunità che non ha saputo sfruttareAll'inizio, preparando il film, Susan non mi piaceva. La violenza della cieca volontà del credere è tutta nelle pagine di Nocturnal Animals, un romanzo che è un grido in faccia a Susan e a tutto ciò che ha buttato via. Eppure è infelice, perché in quella triste e vacua realtà ha perduto se stessa e la sua creatività, che al contrario Edward ha trattenuto a sè aggrappandovisi con tutte le sue forze. Al di fuori c'è lo sguardo perso di Amy Adams, c'è una straziante e silenziosa solitudine, e nient'altro che ricordi di un passato ormai perduto.

Almeno in apparenza, Susan Morrow (Amy Adams), ha una vita perfetta: un marito bellissimo, un lavoro che la soddisfa (è una mercante d'arte), una casa meravigliosa sulle colline di Los Angeles con opere milionarie (in giardino c'è un 'Ballon Dog' di Jeff Koons, per dire), tanti amici e tantissimi conoscenti, ma sin dalle prime scene (il film inizia con una live performance con donne obese nude che ballano e che si muovono mostrando tutte le loro forme), capiamo che nella sua vita c'è qualcosa che non va. La sua sfilata d'immagini, dopo l'ornamentale e convincente A Single Man è fatta stavolta di linee dritte, di eleganza pulita, e di una classe che il regista statunitense sprizza in ogni secondo di pellicola.

Animali notturni è scritto e diretto da Tom Ford e basato sul romanzo "Tony e Susan" di Austin Wright.

Ma l'obiettivo di Animali Notturni è di far comprendere che bisogna essere capaci di alterare la propria vita e spezzare l'incantesimo delle proprie illusioni.

Sulla commistione di elementi stilistici e narrativi differenti, Tom Ford dichiara che è il risultato di una "cultura americana che va a pezzi, dove non hanno più senso le antiche convenzioni, bisogna liberarsene".