Ferrari, Raikkonen smorza le polemiche: "Non ho nulla contro Verstappen"

Ferrari, Raikkonen smorza le polemiche:

"Non ci sono state sanzioni quindi non penso che ci sia motivo di cambiare qualcosa del mio approccio" - ha sottolineato Verstappen - "Penso che sia tutto abbastanza chiaro, mi concentro solo avanti e cerco di spingere di nuovo al meglio il mio lavoro, mostrando lo stesso identico stile di guida".

"Max non è sicuramente da rimproverare per l'incidente al via, tutte le altre sue reazioni sono state dure ma giuste".

Il comportamento del conduttore della Red Bull Racing è finito sotto i riflettori dopo il Gran Premio del Belgio, quando il giovane Max si è difeso in modo fin troppo duro nei confronti degli attacchi dei piloti Ferrari, Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen. Non c'è molto da discutere, non è stata una situazione ideale per nessuno dei tre. "È andato ben oltre il limite quando non ce n'era bisogno e non si è neanche reso conto che stava sbagliando" ha detto il tre volte campione del mondo. Anche Raikkonen getta acqua sul fuoco: "Max ha detto che gli dispiace".

Nonostante le polemiche di questi giorni, Verstappen è rimasto spavaldo come sempre. Per il finlandese della Ferrari "il principale problema è che i giudizi non vanno sempre alla stessa maniera. Ne abbiamo discusso già molte volte negli incontri tra piloti, bisognerebbe trovare una soluzione". Ho dei bei ricordi e ricordi meno belli ma è un bellissimo circuito sul quale correre e per tracciato e storia.

A questo punto rimaniamo in attesa di conoscere gli sviluppi della vicenda che si preannuncia carica di tensione e sicuramente accenderà ancor di più la sfida sia fuori che all'interno della pista di gara.

Arriva anche una domanda un po' strana, sul suo rapporto con Vettel: avete un buon rapporto fra voi, ma non vi piacerebbe di più vivere una gara stressante in cui lottate fra di voi in gara ma con una macchina vincente? Se poi a questo atteggiamento sconsiderato si aggiungono anche le deliranti frasi nel post gara: "Raikkonen e Vettel si dovrebbero vergognare, mi hanno rovinato la gara" allora risulta difficile tentare di difendere questo giovane talento.