Fallimento Parma: squalifica per 5 anni a Tommaso Ghirardi e Pietro Leonardi

Fallimento Parma: squalifica per 5 anni a Tommaso Ghirardi e Pietro Leonardi

Nessuna differenza, insomma, tra l'ex presidente e l'ax amministratore delegato dei ducali.

Infine Silvia Serena, all'epoca dei fatti membro del Cda del Parma, è stata inibita per quattro mesi, ma ha patteggiato e potrà pagare semplicemente un'ammenda da 4000 euro.

Tommaso Ghirardi, ex Presidente gialloblù, assistito nel procedimento sportivo dall'Avvocato Cesare Di Cintio dello studio DCF Sport Legal, è stato squalificato per 5 anni (oltre che al pagamento di una multa di 150mila euro), evitando così la radiazione da ogni tipo di incarico nel mondo FIGC.

Sono stati prosciolti invece i dirigenti: Susanna Ghirardi, Alberto Rossi, Giovanni Schinelli, Arturo Balestrieri. Roberto Bonzi, Giuseppe Scalia, Gabriella Pasotti, Enrico Ghirardi, Pasquale Giordano, Emir Kodra, Giampietro Manenti, Mario Bastianon, Francesco Sorlini, Maurizio Magri, Osvaldo Francesco Riccobene. Nelle motivazioni della sentenza del TNF si legge che, in soldoni, l'imprenditore era arrivato in Emilia "in un momento nel quale la crisi del Parma FC Spa era, come risulta dalla stessa impostazione del deferimento, conclamata e irreversibile, pendendo peraltro la decisione sull'istanza (poi accolta) di fallimento".

Leonardi, attualmente, è il direttore generale del Latina, formazione che milita in Serie B, motivo per cui questo provvedimento colpisce soprattutto lui: il suo futuro, dunque, è ancora tutto da scrivere. Lo ha comunicato la società in una nota. Il Tfn ha inoltre sanzionato con l'inibizione per 5 anni e un'ammenda di 150mila euro, disponendo la preclusione alla permanenza in qualsiasi rango o categoria della Figc, Pietro Leonardi, all'epoca dei fatti amministratore delegato della societ.