Emma Marrone: vorrei un figlio, anche da sola

Emma Marrone: vorrei un figlio, anche da sola

Bufera su Emma Marrone per l'ennesima lite su Twitter, dove ha risposto a un fan un po' troppo saccente, scatenando una reazione a catena di commenti. "Il mio disco sta benissimo!" Stavolta a scatenarla è la risposta data dalla cantante salentina a un giovane fan che su Twitter le aveva chiesto un nuovo singolo: "Abbiamo bisogno di un nuovo singolo perché l'album ne sta risentendo!". Spero in "Adesso (Ti voglio bene)'". Un fan ha la capacità come nessun altro al mondo di portarti in paradiso esattamente come all'inferno solo perché, tra le altre cose, non comprende il tuo stato cosciente di essere umano.

Al fan in vena di critica discografica, Emma Marrone ha fatto notare che il lavoro di selezione dei singoli è affare di chi lo fa per mestiere: 'Prima finisci le medie e poi da grande farai il discografico. Altri di questi, invece, evidentemente delusi dall'ennesimo passo falso della Marrone, hanno abbandonato direttamente la pagina della ragazza. Vorrei farvi notare che nel suo tweet di ironico non c'era niente, tanto che ha taggato la mia manager e addirittura la mia casa discografica facendo notare che il lavoro di due anni e di tanta tanta gente necessita di un cambio di singolo per poter funzionare.

"Adesso però nella mia vita non c'è spazio per un piccolino, sono sempre in giro, non posso pensare di fargli fare una vitaccia fin da subito".

"Non capisco tutto questo odio e accanimento da parte di alcuni di voi soprattutto dal momento in cui non credo di aver usato termini offensivi o di aver insultato nessuno" ha scritto Emma Marrone, affermando di aver usato molta gentilezza nei confronti del fan impertinente e di essere stata semplicemente ironica.

I social, spesso, sono un ponte che collega gli artisti ai loro fans, bacheche virtuali in cui ci si ritrova a leggere messaggi di stima, d'affetto, d'amore ma anche frecciate velenose. Se ha cura di voi esattamente come se fosse la vostra vicina di casa, improvvisamente vi erogate il diritto di trattarla dispensando consigli da "santoni", accuse e rimproveri che nemmeno vostra madre quando non rifate il letto di prima mattina.