Elon Musk: "Così porterò gli esseri umani su Marte (e oltre)"

Elon Musk:

Che evidentemente non sono sufficienti da convincere Musk a rinunciare al suo sogno, visto che ieri l'imprenditore ha mostrato al mondo il suo progetto chiamato Interplanetary Transport System, una combinazione astronave/razzo per i viaggi interplanetari - con il primo obiettivo ovviamente fissato su Marte, la vera "nuova frontiera" dell'esplorazione spaziale. I colonizzatori viaggeranno verso il pianeta utilizzando un sistema completamente riutilizzabile di trasporto che porterà su Marte 100 persone in 80 giorni.

I vettori spaziali dovranno essere in grado di ritornare sulla Terra e per fare questo ci saranno delle cisterne spaziali che riforniranno di carburante le navicelle. Gli aspiranti coloni dovranno investire circa 200 mila dollari per affrontare il viaggio, ripagati dai tanti svaghi che la compagnia di Musk fornirà ai passeggeri della navetta; quella progettata dal miliardario si conferma ancora una sorta di missione a partecipazione pubblica-privata.

Forse unico uomo al mondo a non considerare la colonizzazione di Marte alla stregua di un semplice piano b o di una scappatoia mentale davanti alle problematiche presenti, Elon Musk, Ceo e fondatore di Tesla e Space X, ha deciso di sciogliere le ultime riserve relative ad un eventuale approdo umano sul Pianeta Rosso, fissando nel 2024 la data di inizio del lungo processo finalizzato a trasferire parte dell'umanità futura su Marte. Una volta che si è su Marte l'esposizione è dimezzata perché c'é il pianeta a proteggere. Non viaggi spaziali di dovere, ma di piacere, spiega il miliardario, sottolineando che si tratterà di viaggi divertenti e che se ora le navicelle possono portare tra i 100 e i 200 passeggeri, entro i prossimi 100 anni si raggiungerà il tetto del milione di passeggeri con destinazione Marte. Il primo viaggio potrebbe avvenire già nel 2022. Se volete sapere come, Musk ha anche rilasciato un documento che delinea gli obiettivi della prima missione - non chiedeteci ancora quando succederà, però. Secondo il progetto, che sarà finanziato da SpaceX ma che spera nel coinvolgimento delle agenzie spaziali statali, prevede l'invio di astronavi ogni due anni.

Un biglietto per Marte costerà inizialmente poco meno di 200mila dollari, ma i prezzi sono destinati a scendere e potrebbero arrivare sui 100mila dollari.