Dylan Dog, in arrivo una nuova serie ideata da Tiziano Sclavi

Dylan Dog, in arrivo una nuova serie ideata da Tiziano Sclavi

Una storia di amore e sofferenza che rivela alcuni segreti del passato e del presente di Dylan Dog. Era il 26 settembre 1986 quando l'Indagatore dell'Incubo veniva letto per la prima volta dagli italiani. Negli anni '90, le quotazioni degli albi raggiunsero il picco, diventando croce e delizia dei collezionisti.

Dylan Dog compie trent'anni, e per festeggiarli fa un passo avanti e uno indietro, cioè investe ancor più sulla sua attitudine multimediale, e al contempo torna alle origini. Le fattezze di Dylan Dog (realizzato da Claudio Villa e disegnato per la prima volta da Angelo Stano) sono ispirate all'attore Rupert Everett su richiesta dello stesso Sclavi, e l'ambientazione tipica è quella gotica e decadente di Londra, dove il protagonista vive al numero 7 di Craven Road. Oltre a questo, Dylan è un vero virtuoso: non fuma ed è vegetariano convinto.

Soffre di diverse fobie. Infatti nelle sue rare "trasferte" all'estero, utilizza sempre la sua automobile, oppure, per attraversare l'oceano o la Manica, prende una nave (anche se soffre di mal di mare). Nel tempo libero suona il clarinetto, anche se l'unico pezzo che è in grado di suonare compiutamente è "Il trillo del diavolo" in sol minore di Tartini. Un donnaiolo degno di James Bond. Ma l'annuncio che fa sanguinare le pareti è quello finale: Tiziano Sclavi pare riconciliato con la sua creatura. Per non parlare del suo assistente personale sosia di Groucho Marx.

Dopodomani è atteso in edicola Mater dolorosa, storia celebrativa del compleanno, il 29 ottobre planerà in edicole e librerie Dopo un lungo silenzio con il clamoroso ritorno alla scrittura di Tiziano Sclavi. I disegni sono stati affidati a Giampiero Casertano, storico e amato illustratore del personaggio.

"Ci ho messo due anni e mezzo per convincere Tiziano Sclavi a tornare a scrivere Dylan Dog, ma alla fine ce l'ho fatta - racconta Roberto Recchioni, fumettista chiamato nel 2013 dalla Bonelli Editore per rilanciare Dylan Dog che stava attraversando un periodo di stanca dopo gli inarrivabili successi d'esordio -".

Fra gli altri artisti che, nel corso degli anni, sono riusciti a effettuare delle audaci e riuscite incursioni sulla serie creata da Sclavi, ricordiamo anche Roberto De Angelis, colonna grafica del fantascientifico Nathan Never, Mirka Andolfo, autrice della saga sexy-umoristica Sacro/Profano e del prossimo, scabroso Contronatura (in uscita nell'ottobre 2016 sotto il marchio Panini Comics), e la colorista di fama internazionale Barbara Ciardo.