Deutsche Bank crolla a Francoforte! Lo spettro subprime presenta un conto salatissimo

Deutsche Bank crolla a Francoforte! Lo spettro subprime presenta un conto salatissimo

Stando al quotidiano finanziario, Deutsche Bank proverà a trattare con le autorità americane per tagliare le sanzione anche perché per il momento non è chiaro quanto del totale sarebbe da versare in contanti e quanto andrebbe a rimborsare clienti che furono fuorviati andando ad alimentare la bolla immobiliare poi esplosa.

Pesa soprattutto il tonfo di Mps, che lascia sul terreno il 9,3% sulle incertezze legato al piano di risanamento.

E oggi, crolla il titolo Deutsche in borsa. Le ultime indiscrezioni hanno riportato in auge l'ipotesi di una conversione dei bond subordinati in azioni, su base volontaria ma con un livello minimo sotto il quale diverrebbe automatica.

Deutsche Bank crolla a Francoforte! Lo spettro subprime presenta un conto salatissimo
Deutsche Bank crolla a Francoforte! Lo spettro subprime presenta un conto salatissimo

In discesa a Piazza Affari tutti i comparti. Ribassi nell'ordine del 5,8% per Mediobanca e Unicredit, colpito anche il risparmio gestito con Azimut (-6,35%). Solo Italcementi resiste in territorio positivo (+0,09%). Il FTSE 100 a Londra ha perso lo 0,3%, l'IBEX 35 a Madrid l'1%, il DAX a Francoforte l'1,5%, il CAC40 a Parigi lo 0,9% e lo SMI a Zurigo lo 0,7%. L'Eurostoxx scivola dell'1,3% a 2.935 punti. Si riduce sul finale la contrazione del prezzo del petrolio con il Wti ottobre tornato sopra i 43 dollari al barile: -1,3% a 43,35 dollari.

Pochi i titoli che resistono a vendite copiose: Campari (-0,3%) beneficia delle valutazioni da parte degli analisti di BofA Merrill Lynch, Poste Italiane (-0,9%) limita i danni grazie all'operazione Sia e all'attesa sul dossier Pioneer, StMicroelectronics arretra dello 0,6% dopo che Intel ha alzato le stime di ricavi nel III trimestre. Giù l'oro con il future di dice, bre in calo di mezzo punto percentuale a 1.311 dollari l'oncia.