De Magistris: Avrei votato Raggi, ma mi ha sorpreso in negativo

De Magistris: Avrei votato Raggi, ma mi ha sorpreso in negativo

Mentre a Roma si discute, a Napoli si decide e nel 2019 avremo le Universiadi, con 15mila atleti da tutto il mondo pronti ad arrivare in città.

"Noi ci candidiamo: Napoli è pronta, per il 2028".

Napoli avrebbe dovuto svolgere un ruolo di "supporto" per la candidatura della capitale nel 2024, ospitando alcune discipline come il canottaggio e il calcio.

"Capisco che il presidente del Consiglio abbia mille impegni, ma credo che mezz'ora si possa trovare, anche 20 minuti". "Tra Regione, Comune e università abbiamo già fatto un accordo importante - spiega il sindaco partenopeo - e con le Universiadi vogliamo dimostrare di essere la città dei giovani, dello sport, di un Mediterraneo di accoglienza". Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris ha parlato dell'atteso incontro con Matteo Renzi. Questi però sono tutti soldi nostri, attendiamo le risorse della società che non ci sono ancora state ma ci auguriamo ci saranno nel prossimo futuro. E sul fronte politico De Magistris deve fare sempre i conti anche con le tensioni all'interno della maggioranza. Una cosa sono le differenze politiche - ha sottolineato -, altro sono i ruoli istituzionali. Non credo sia pensabile - ha aggiunto - che Renzi non incontri il sindaco della terza città d'Italia, per questo ho fatto un appello per un incontro.

"Era impensabile 5 anni fa che si potessero fare tanti investimenti".

Roma - "Nel 2024, come sapete, non si può fare, ma per le Olimpiadi del 2028 perché no?". "Forse andando per strada e chiedendo il sostegno della gente che l'ha votata farebbe bene". Queste le parole di un sindaco che vuole mostrare quanto Napoli sia cresciuta, migliorata ed in grado di affrontare nuove sfide. "Nella vicenda di Roma c'è molta casta e molto poco movimento".