Crack Gable: Sampdoria e Bari rischiano grosso?

Crack Gable: Sampdoria e Bari rischiano grosso?

Sampdoria, Bari e almeno una ventina di formazioni di Lega Pro stanno vivendo con apprensione la crisi di Gable, una piccola compagnia di assicurazioni londinese in gravi difficoltà finanziarie. Gli organi di controllo della Figc non hanno avuto nulla da obiettare quando le società hanno presentato la fidejussione targata Gable ma se la compagnia di assicurazione andrà verso il tracollo tutte le società che si erano "assicurate" con loro dovranno trovare il modo e la maniera di garantire una nuova fidejussione alla Lega. Stavolta il problema - peraltro già noto- è la fidejussione assicurativa da 350.000 euro che ha permesso l'iscrizione al torneo.

Di conseguenza, diventa più che lecito domandarsi se una Società, le cui azioni sono scese a due sterline, possa ancora mantenere gli impegni presi. Le squadre di Lega Pro che avrebbero beneficiato delle fideiussioni della Gable sarebbero Akragas, Arezzo, Casertana, F. Andria, Fondi, Lupa Roma, Maceratese, Matera, Melfi, Mantova, Messina, Modena, Olbia, Pordenone, Reggina, Siena, Santarcangelo, Siracusa, Taranto e Venezia. Secondo il settimanale L'Espresso, il problema nascerebbe dal fatto che il titolo della Società in questione, solamente nell'ultimo anno, sia crollato addirittura del 90%. Il club blucerchiato, infatti, avrebbe ottenuto dalla Gable una garanzia sui debiti del calciomercato che ammontano in totale a circa 12 milioni di euro. Il crollo della Gable però, pur essendo ampiamente prevedibile, non ha indotto nè Tavecchio nè nessun altro a muoversi per tempo nella speranza di evitare un disastro finanziario di alcuni club importanti che al momento sembra essere molto probabile a meno che non si trovino soluzioni ulteriori.