Coradia iLint: dalla Germania arriva il treno a zero emissioni

Coradia iLint: dalla Germania arriva il treno a zero emissioni

Zero emissioni di gas serra, zero particolato. Si chiama Coradia iLint ed è stato presentato ieri da Alstom (il costruttore) a Innotrans, la più grande fiera al mondo del settore ferroviario che si tiene a Berlino da 20 al 23 settembre.

Nonostante i numerosi progetti in corso in diversi Paesi, una parte significativa della rete ferroviaria europea resterà priva di elettrificazione nel lungo periodo.

In Italia i binari non elettrificati superano i 10mila chilometri (circa 20mila in Germania). Secondo l'associazione tedesca dell'idrogeno e delle celle a combustibile (DWV), i serbatoi ad alta pressione con idrogeno sono più sicuri dei serbatoi di benzina in situazioni di pericolo paragonabili. "Siamo orgogliosi di presentare la quarta generazione dei nostri treni regionali Coradia, che conserva l'affidabilita' delle precedenti, incorporando molte innovazioni per rispondere alle esigenze di Trenitalia, delle regioni italiane e di milioni di viaggiatori - ha detto Michele Viale, amministratore delegato Alstom Italia - I nuovi Coradia, in circolazione dal 2019, disporranno delle tecnologie piu' avanzate e potranno essere personalizzati con un'ampia scelta d'interni, moduli e accessori: porta bici, porta sci, porta bagagli, corner shop, spazi per lavorare".

Questo lancio fa seguito alle lettere d'intenti firmata nel 2014 con gli Stati federati tedeschi di Bassa Sassonia, Renania Settentrionale-Vestfalia, Baden-Württemberg e le Autorità del trasporto pubblico dell'Assia, per finanziare di una nuova generazione di treni senza emissioni equipaggiati con celle combustibili.

La Alstom ha realizzato Coradia ilint per alcuni land della Germania. Nella progettazione e costruzione dei nuovi treni regionali per Trenitalia saranno coinvolti tre siti di Alstom in Italia: Savigliano (1.000 dipendenti), Sesto San Giovanni (340 dipendenti) e Bologna (600 dipendenti).

Il treno che non inquina.