Comunicazione tra WhatsApp e Facebook: privacy a rischio?

WhatsApp, durante gli scorsi giorni, è stata al centro di numerose polemiche relative ai cambiamenti intervenuti circa i termini di utilizzo del servizio che, per alcuni specifici dettagli, non sono stati "ben digeriti" dagli utenti.

A maggior ragione, l'annuncio che Facebook potrà accedere ai numeri di telefono collegati al profilo WhatsApp suona come un tradimento.

Contro questa svolta "aperturista" di WhatsApp - che dopo l'acquisizione da parte di Facebook nel 2014 ha effettivamente mantenuto la sua indipendenza dal social network di Mark Zuckerberg e dice di volerla mantenere - si sono schierati da subito apertamente lo statunitense Electronic Privacy Information Center (WhatsApp-Complaint.pdf">qui il link al ricorso di EPIC) e il Garante Privacy del Regno Unito ICO (Information Commissioner's Office).

Tuttavia, secondo le recenti statistiche, una vasta percentuale di utilizzatori si è adoperata al fine di spulciare tra le diverse impostazioni e togliere il flag in corrispondenza dell'opzione, tutelando maggiormente la privacy.

Le persone possono talvolta essere superficiali nel concedere ai software l'accesso ai propri dati personali, ma appena un colosso come la popolare app di instant messaging pronuncia (scrive) la parola magica, in molti drizzano le antenne.

Whatsapp ha recentemente cambiato la policy della privacy. In questo modo, a detta di WhatsApp la condivisione delle informazioni tra le due piattaforme servirà a offrire per esempio migliori suggerimenti di amicizia sul social network, attraverso la creazione di una rete di contatti delle persone.

In questo modo - almeno per ora - si è al riparo dalle pubblicità troppo "calzanti" su Facebook. Non ci resta che attendere per conoscere i provvedimenti futuri. Da parte nostra ci sentiamo di osservare, comunque, come anche il medico sia stato piuttosto sprovveduto: è forse sensato conferire a Facebook il proprio numero di telefonia mobile utilizzato per l'attività lavorativa, la stessa numerazione comunicata ai pazienti? Semplice. Cliccando su 'Impostazioni', poi su 'Account' e infine sulla spunta accanto alla voce 'Condividi Info Account'.

"In sostanza, le aziende che ne faranno richiesta potranno contattarvi su Whatsapp per proporvi i loro prodotti" chiariscono gli agenti. Verrà aperta una nuova pagina recante una casella di spunta da deselezionare.

Si precisa inoltre che il numero di cellulare, nel caso si volesse accettare la condivisione, non verrà inserito su Facebook, ma immagazzinato in un database di Facebook. "Se non desideri accettare, dovrai interrompere l'uso di WhatsApp".