Charlie Hebdo non risparmia il terremoto in Italia

Charlie Hebdo non risparmia il terremoto in Italia

La nostra Italia è messa male è vero, i terremoti causano ancora morti ed è purtroppo necessaria tutta la solidarietà di cui siamo capaci in queste catastrofi. La vignetta sul terremoto è pubblicata nell'ultima pagina del giornale in edicola, che in copertina ha invece una vignetta sul burkini. Libertà di stampa? Satira?

Senza parole La vignetta, pubblicata a pagina 16 a firma 'Felix', è intitolata 'Terremoto all'italiana' e raffigura le persone colpite dal sisma - feriti e morti - in un lugubre e e pesante parallelismo con la 'pasta italiana', dove le vittime finiscono per somigliare a 'lasagne' sotto le macerie di un palazzo. Non è una bufala la vignetta di Charlie Hebdo, piuttosto uno scivolone visto che si prende gioco di una tragedia che ha visto 294 vittime nel sisma che ha colpito il Centro Italia la notte del 24 agosto scorso.

"Terremoto all'italiana: penne al sugo di pomodoro, penne gratinate, lasagne". Quale mente può appuntire la matita e disegnare questo orrore?

È ben conosciuto il taglio irriverente, ai confini del macabro, della rivista Charlie Hebdo: subito dopo la strage nella redazione in molti si sono affrettati a sposare l'hashtag #jesuischarlie; però con quest'ultimo disegno si è andati davvero troppo oltre.