Cade in casa, Francesco Nuti ricoverato al Cto di Firenze

Cade in casa, Francesco Nuti ricoverato al Cto di Firenze

Ora è ricoverato in terapia intensiva.

Nuti è già provato dalla violenta caduta dalle scale nella sua casa romana, di dieci anni fa, che gli ha provocato un coma, gravi danni cerebrali e deficit motori. Ma tra miglioramenti, ricadute e nuovi ricoveri, non ha mai perso le speranze di tornare a lavorare nel mondo dello spettacolo, anche se data la precarietà della sua salute, tutto ciò è stato reso impossibile. Purtroppo ad inizio settembre l'intero faldone è stato archiviato per la mancanza di possibilità di Francesco Nuti di poter testimoniare. Il 29 gennaio scorso la procura ha aperto un'inchiesta per maltrattamenti e lesioni sul suo badante georgiano.

"Al momento la prognosi è riservata, ma il paziente non è in imminente pericolo di vita", è questo quanto si legge in una nota diffusa nella giornata di ieri dall'Azienda ospedaliera di Careggi. Un malore con conseguente caduta sarebbe avvenuto nella sua casa di Narnali, una frazione di Prato. Da lì poi è stato trasferito all'ospedale del capoluogo toscano. Il calvario di Francesco Nuti inizia alla vigilia del ritorno sul set, il 3 settembre 2006: quel giorno l'attore entra in coma a causa di un ematoma cranico, dovuto ad un incidente domestico. Poi anni di depressione, annunci di suicidio e problemi legati all'alcol. I medici non si sono ulteriormente espressi sul suo stato di salute. Dopo un lungo recupero e numerosi ricoveri, l'attore è rimasto gravemente disabile e costretto su una sedia a rotelle. Dopo il primo incidente all'attore c'erano voluti due mesi prima di riaprire gli occhi. Nuti non era però più tornato autonomo, tra miglioramenti e ricadute che gli impedivano di camminare stabilmente con le sue gambe.