Bonus 500 euro per i diciottenni

Bonus 500 euro per i diciottenni

Il digitale è ammiccante e fascinoso - lo sappiamo bene - ma intanto l'estate sta finendo e dell'agognata pecunia, o di beni equipollenti, promessa dal Bonus Cultura, ancora non si vede l'ombra, anche se, almeno, sono arrivate, sempre tramite la strategia dell'ormai rodato annuncio spot, curato da Nannicini per il Corriere della Sera - e non tramite Decreto (nota bene) -, le indicazioni su cosa acquistare e come ottenere il Bonus da 500 euro per chi ha 18 anni. Questa manovra dovrebbe costare allo Stato circa 290 milioni di euro e il governo Renzi si sta preparando a fare il bis per il prossimo anno.

Il Governo con il pacchetto Buona Scuola ha stabilito che coloro che compiranno 18 anni nel 2016 otterranno un bonus da spendere nel settore cultura. Sugli stessi siti sarà consultabile una bacheca curata dal ministero dei Beni Culturali con l'elenco degli indirizzi utili all'acquisto di cultura.

In totale una platea di 574.593 giovani che potranno accedere a differenti benefici. Da giovedì 15 settembre 2016 si potrà accedere all'applicazione 18app per acquistare beni e servizi legati alla cultura, come libri ed eBook (di ogni genere, non solo scolastici), ingressi a musei, aree archeologiche, biglietti per concerti, cinema, spettacoli teatrali, mostre, fiere, parchi naturali ed eventi. SPID è gratuito e, per ottenerlo, ci si può registrare presso i provider autorizzati: TIM, Poste Italiane, Infocert, (già pronti), Aruba e Sielte (in via di attivazione). Tramite questi provider saranno assegnate le credenziali per essere riconosciuti (Spid - Sistema pubblico per la gestione dell'identità digitale) e accedere quindi al bonus.

500 euro a disposizione dei giovani diciottenni da spendere in libri ed attività culturali.

Dal 15 settembre i ragazzi interessati potranno accedere alla WebApp (non si tratta di una normale App da scaricare sul telefonino, ma si un sito che somiglia ad una App) che finalmente sarà online.

Per accedere al tesoretto occorre pazientare ancora qualche giorno.

In definitiva, però, innovazione tecnologica a parte, questo bonus è tutt'altro.

18app sarà infatti un grande marketplace dove chi ha ottenuto il bonus cultura potrà effettuare gli acquisti. "I soldi andranno laddove si indirizzeranno le scelte dei diciottenni". Se il pane (e profondi cambiamenti nel mercato del lavoro) potrebbe, insomma, arrivare molto più tardi di settembre, consolatevi con la cultura, cari ragazzi, lo spettacolo è tutto gratis, almeno fino a 500 euro.