Blackberry cambia pelle, non produrrà più cellulari

Blackberry cambia pelle, non produrrà più cellulari

BlackBerry ha pubblicato i risultati finanziari relativi al secondo trimestre 2016 e, come previsto, i numeri confermano le perdite per la divisione Mobility Solutions. Ma la realtà parla di una situazione contingente nella quale gli smartphone sono soltanto un costo al bilancio del CEO Chen, chiamato a mettere insieme i cocci di quel che restava dell'azienda canadese. La produzione sarà invece gestita da partner oltreoceano, grazie all'accordo raggiunto con un'azienda indonesiana, la PT Tiphone Mobile Indonesia, che si occuperà pure della distribuzione. "Nel secondo trimestre dell'anno, all'interno della stessa divisione software, il fatturato è raddoppiato rispetto all'anno precedente e abbiamo registrato il più alto margine operativo lordo della storia della società". Questa joint venture è stata creata dal governo indonesiano per promuovere lo sviluppo, la produzione e la creazione di prodotti locali, ma anche per aumentare il numero di smartphone LTE di qualità venduti nel paese. Così non è stato e quindi via il ramo secco, via la produzione degli smartphone BlackBerry.

Il futuro di BlackBerry si fa sempre più incerto. Questo ci permetterà di tornare a crescere: "Ridurremo i requisiti di capitale e miglioreremo il rendimento del capitale investito".

BlackBerry Priv non ha aiutato il business mobile della società quanto gli analisti avevano pronosticato.

Rivoluzione o quasi per la società di telefonia Blackberry: non produrrà più i cellulari che l'hanno resa celebre in tutto il mondo.

Quel giorno è arrivato: BlackBerry investirà tutte le sue risorse economiche nello sviluppo di software e servizi (l'omonima divisione ha fatto registrare profitti per 29 milioni di dollari).