Bce: ripresa area euro proseguirà a ritmo moderato ma costante

Bce: ripresa area euro proseguirà a ritmo moderato ma costante

"La riforma del mercato del lavoro introdotta in Italia nel 2015 ha altresì contribuito al rinnovato dinamismo dell'occupazione nel paese negli ultimi trimestri", si legge ancora nel bollettino, "queste osservazioni potrebbero incoraggiare le altre economie dell'area ad attuare ulteriori riforme".

In prospettiva, prosegue la Bce, il Consiglio direttivo si attende che la ripresa economica proceda a un ritmo moderato ma costante.

"Il Consiglio direttivo manterrà un atteggiamento vigile e resterà pronto ad agire, se necessario, al fine di raggiungere il proprio obiettivo di stabilità dei prezzi".

L'istituzione ripete quanto detto da Mario Draghi, al termine dell'ultimo direttorio. "Frattanto ha incaricato i comitati pertinenti di valutare le opzioni possibili allo scopo di assicurare l'ordinata attuazione del programma di acquisto di attività dell'Eurosistema".

"I bassi tassi di interesse, il miglioramento del mercato del lavoro e la crescente fiducia sostengono le prospettive per le economie sviluppate, anche se l'incertezza generata dal referendum nel Regno Unito sull'adesione all'UE peserà sulla domanda in quel Paese". I dati più recenti segnalano il protrarsi della crescita nel terzo trimestre con un tasso simile a quello del secondo.

E la Bce sottolinea ancora: "I paesi dell'area dell'euro con margine di intervento sui conti pubblici, invece, dovrebbero ricorrere a questo spazio di manovra, ad esempio attraverso l'espansione degli investimenti pubblici, mentre ciascun paese si dovrebbe impegnare a conseguire una composizione di finanza pubblica più favorevole alla crescita".

Per la Banca centrale europea, "occorre compiere ulteriori sforzi di risanamento, soprattutto nei paesi con debito pubblico elevato in relazione al pil". Ciò rende necessaria l'applicazione delle disposizioni del cosiddetto "two-pack".

Nel complesso, però, se l'evidenza suggerisce la tenuta dell'economia dell'area in un contesto di incertezza globale, lo scenario di base resta soggetto a rischi al ribasso. Si è aggiunto il forte deprezzamento della sterlina rispetto all'euro.