Bankitalia: record debito a 2.252,2 mld

Bankitalia: record debito a 2.252,2 mld

E' il nuovo record storico del debito pubblico italiano. Lo rende noto la Banca d'Italia.

La Banca d'Italia ha comunicato che a luglio 2016 il debito pubblico italiano è cresciuto ulteriormente, superando i 2.252 miliardi di euro, rispetto ai quasi 2.249 miliardi di fine maggio. L'effetto complessivo degli scarti e dei premi di emissione, della rivalutazione dei titoli indicizzati all'inflazione e della variazione del tasso di cambio dell'euro hanno aumentato il debito per 0,2 miliardi.

Nei primi sette mesi del 2016 il debito delle amministrazioni pubbliche è aumentato di 80,5 miliardi.

Il capitolo delle entrate tributarie contabilizzate nel bilancio dello Stato registrate dal Supplemento, evidenzia un incremento del gettito fiscale pari a 38,6 miliardi di euro (800 milioni di euro in più rispetto a luglio 2015), per complessivi 236 miliardi di euro nei primi sette mesi dell'anno, in crescita del 4,9% rispetto al corrispondente periodo del 2015. "Al netto di alcune disomogeneità contabili e temporali (riguardanti principalmente l'IVA, le ritenute Irpef, il canone Rai e l'imposta di bollo virtuale), si può stimare che la crescita sia stata sensibilmente inferiore, spiega Via Nazionale". E' quanto risulta dai dati resi noti da Bankitalia. Il portafoglio esteri include anche i titoli di Stato detenuti da investitori domestici attraverso soggetti non residenti e quelli detenuti dalla Bce e da Banche centrali di altri Paesi.