Badelj, di rinnovo non se ne parla

Badelj, di rinnovo non se ne parla

Nel posticipo della quarta giornata, i viola si sono imposti sulla Roma grazie ad una rete nel finale di Badelj, centrocampista croato ex Amburgo il cui futuro sembra essere però deciso. "In Grecia contro il PAOK (in Europa League, ndr) ha giocato veramente bene - ha affermato il procuratore del centrocampista viola - in maniera più offensiva rispetto al solito, così come faceva prima di arrivare alla Fiorentina". A Firenze è impiegato in un ruolo molto più difensivo, almeno così è stato fino ad ora. La Fiorentina non voleva venderlo.

"Non abbiamo fretta, più probabile che si muova qualcosa la prossima estate perché la maggior parte dei club avrà un budget più sostanzioso per i trasferimenti". "Lui è felice a Firenze - ha spiegato l'agente - apprezza il club, la città, i ristoranti e la gente, ma vuole giocare in Champions League e credo sia normale". Per il momento, vista la fermezza della Fiorentina nel voler tenerlo, rifiutando ogni tipo di offerta arrivata dalle parti di viale Fanti, non se ne è fatto di nulla, ma queste sirene potrebbero tornare a farsi sentire in tutto il loro fragore nel prossimo futuro, o, chissà, potrebbero anche arrivarne di nuove. E pensare che quello di Badelj, come ricorda La Gazzetta dello Sport, era uno dei nomi fatti da Spalletti (al pari di Borja Valero) per rinforzare il centrocampo giallorosso, senza contare la corte spietata fattagli dal Milan. "C'erano molte squadre interessate - ha proseguito Joksimovic - ma pensavamo che il trasferimento al Milan sarebbe stato perfetto per molte ragioni". A gennaio ci sarà un nuovo affondo che, considerando un contratto in scadenza nel 2018 e la non volontà di rinnovare del giocatore, potrebbe essere decisivo.