Android 7 Ufficiale e già disponibile, ma solo per pochi telefoni

Android 7 Ufficiale e già disponibile, ma solo per pochi telefoni

Procederete alla prova di Android 7.0 Nougat su OnePlus One?

Il nuovissimo successore di Android Marshmallow arriverà innanzitutto sui device Nexus 6, Nexus 5X, Nexus 9, Nexus 6P, e Nexus Player, (studiato per l'intrattenimento digitale sulle smart TV, con la facilità di Android), ed anche sui dispositivi della linea Android One, un progetto parallelo che Google porta avanti dal 2014 con l'obiettivo di studiare il design dei nuovi device che verranno poi prodotti da operatori terzi, per una distribuzione più efficiente e capillare. Grande l'attenzione riservata alla multimedialità e al 3D con il supporto nativo alla piattaforma per la realtà virtuale Daydream e alle API grafiche di nuova generazione VulkanTM. In primo luogo nel caso della developer preview, rilasciata a sorpresa senza troppi annunci.

La casa produttrice taiwanese oggi diventa ufficialmente una delle prime a farlo, e lo fa attraverso il rilascio di una roadmap ufficiale che indica le date di update per tutti i dispositivi che riceveranno la nuova versione del sistema operativo del robottino verde.

Ovviamente ancora ci troviamo di fronte a qualcosa di molto acerbo, con molte parti che non risultano essere funzionanti.

Resta invece la possibilità che qualcuno riesca a sviluppare una ROM indipendente per questi smartphone, ma il lavoro risulterà naturalmente più difficoltoso senza i driver in questione - in effetti Qualcomm è (era?) particolarmente apprezzata proprio per l'attenzione che storicamente ha dedicato a questo particolare aspetto. Il dispositivo si potrà avviare più rapidamente grazie al Direct Boot, con il quale si avrà l'accesso immediato alle funzioni basilari come la sveglia, i messaggi e i promemoria. Il nome, come sempre, rimanda ai dolci, come da tradizione nei sistemi operativi di Android.

E' anche per questo che, stando alle prime ipotesi, la lista in questione potrebbe riguardare solo i primi terminali che riceveranno l'aggiornamento, e non si tratta quindi di una lista definitiva.