Allo, boom di download: 1 milione in pochi giorni

Allo, boom di download: 1 milione in pochi giorni

La curiosità degli utenti, a quanto pare, ha vinto sulle preoccupazioni avanzate dall'ex analista dell'NSA riguardo la mancata integrazione della crittografia end-to-end, a cui è immediatamente arrivata la risposta di Google che ha specificato come, nonostante la mancanza, le informazioni non sono accessibili.

Allo, la chat di Google che sfida WhatsApp e Messenger, ha superato un milione di download sui dispositivi Android in meno di una settimana dal lancio. Google Allo vanta un assistente che sfrutta l'intelligenza artificiale per dialogare con l'utente.

Il conteggio non tiene conto dei download su iOS ma solamente su Android il download è arrivato ad un milione, di conseguenza l'appeal iniziale è stato davvero molto importante sopratutto considerando che questo servizio alla fin fine è stato lanciato solamente da una decina di giorni e non da un mese; comunque tenendo conto anche dei download su iOS possiamo dire che siamo ben oltre al milione.

Secondo voi Google Allo ha incominciato il suo cammino col piede sbagliato dal punto di vista della privacy? Infatti, così come ogni servizio basato sul "machine learning", maggiori dati vengono immessi dagli utenti e più accurato sarà il sistema di predizione delle risposte intelligenti.

Dall'altra parte la replica del colosso Google: "Abbiamo fornito trasparenza e controllo ai nostri utenti e il nostro approccio è semplice: le tue conversazioni sono conservate fino a quando scegli di cancellarle". Con Google Allo si potranno utilizzare anche altre applicazioni contemporaneamente, senza il bisogno di interrompere la conversazione, inoltre si potrà modificare le dimensioni dei caratteri, aggiungere doodle o testo alle foto che si inviano, arricchire e rendere più simpatici i vostri messaggi con una vasta gamma di adesivi disegnati da artisti di tutto il mondo.