Alessandro Solidoro lascia AMA

Alessandro Solidoro lascia AMA

La bufera in Campidoglio dalla Giunta arriva alle municipalizzate. Proprio perché, come si legge in un comunicato di Ama, Solidoro "ha ritenuto venute meno le condizioni per l'incarico affidatogli".

E' una laconica nota dell'Ama a darne la notizia. Solidoro era stato nominato il 4 agosto al vertice della municipalizzata che si occupa di ambiente e rifiuti a Roma, dopo l'uscita di Fortini seguita da un braccio di ferro tra l'ex manager e l'assessore Paola Muraro.

Sono state notificate poco fa anche le dimissioni del neo presidente di Ama, l'azienda municipalizzata per la raccolta dei rifiuti, Alessandro Solidoro. È quella scatenata all'interno del comune di Roma dalla revoca del capo di gabinetto Carla Romana Raineri ma, soprattutto, dalle dimissioni dell'assessore al Bilancio, Marcello Minenna.

La sindaca Raggi ha ostentato tranquillità: "Stiamo lavorando per individuare delle personalità di rilievo che possono contribuire al rilancio della città". Dopo il j'accuse contro la gestione Minenna-Meleo rivelato ieri dall'ex assessore capitolino ai Trasporti, il senatore Pd Stefano Esposito, la direzione generale della partecipata resta scoperta.