Addio estate, oggi è il primo giorno d'autunno

Addio estate, oggi è il primo giorno d'autunno

L'equinozio di autunno quest'anno cade sulla Terra il 22 settembre alle 15.21 ora italiana.

L'inizio dell'autunno 2016 ci ricorda anche che tra poco arriverà un altro appuntamento importante, ovvero quello con il cambio da ora legale a ora solare: alle 3:00 della notte tra sabato 28 e domenica 29 ottobre si dovrà mettere mano agli orologi per spostare le lancette indietro di sessanta minuti (si dormirà quindi un'ora in più).

Questo significa che ci stiamo lasciando l'estate alle spalle.

Come tutti noi sappiamo, la Terra effettua due moti, quello di rotazione, che misura il tempo, 24 ore circa, che impiega nell'effettuare un giro completo attorno al proprio asse, e quello di rivoluzione, ossia il tempo che impiega per effettuare un giro completo attorno al Sole.

E così mentre nell'emisfero Nord diamo il benvenuto all'autunno, nell'emisfero meridionale festeggiano l'ingresso trionfale della primavera.

Siamo abituati a scandire il passaggio delle stagioni con una certa ritmicità, per comodità assegniamo loro un giorno ben specifico che ci consenta di distinguere il loro inizio e la loro fine, un giorno uguale per tutte così da non confonderci. L'equinozio è il momento in cui il Sole si trova all'intersezione del piano dell'equatore celeste (la proiezione dell'equatore sulla sfera celeste) e quello dell'eclittica (il percorso apparente del Sole nel cielo). Durante questo allineamento il Sole si trova esattamente sopra l'equatore terrestre. Gli equinozi sono gli unici giorni in cui il sole sorge esattamente a est e tramonta esattamente a ovest.

Man mano che i giorni passano e si va verso dicembre, l'emisfero settentrionale sarà ancora più inclinato rispetto al Sole e riceverà i suoi raggi secondo un angolo più acuto. Nel corso della storia i popoli hanno sempre celebrato solstizi ed equinozi, associando riti celebrativi legati anche all'idea di "protezione" dalle nuove condizioni climatiche. I Maya però lo hanno fatto nel modo più spettacolare: costruirono la piramide a gradoni detta El Castillo a Chichen Itza, Messico, in modo che la luce scivolasse a cascata dalla scalinata durante l'equinozio sia d'autunno sia di primavera.