Accordo Nissan-Renault e Microsoft per auto connesse entro il 2020

Accordo Nissan-Renault e Microsoft per auto connesse entro il 2020

Le due società coopereranno per sviluppare i servizi connessi di prossima generazione pensati per le automobili che utilizzano Microsoft Azure, piattaforma di smart cloud di Microsoft.

Allo studio ci saranno sistemi di navigazione di nuova generazione, la manutenzione predittiva, il controllo remoto delle funzionalità della vettura, e la possibilità aggiornamenti per la vettura via Ota (on the air), cioò wireless come accade con gli smartphone (e con le Tesla).

"Le auto sono sempre più connesse, intelligenti e personalizzate" ha dichiarato Ogi Redzic, senior vice-president dell'Alleanza Renault-Nissan, Veicoli connessi e Servizi di mobilità. "Grazie alla partnership con Microsoft, potremo accelerare lo sviluppo delle tecnologie chiave associate, necessarie per fornire ai nostri clienti gli scenari che si aspettano e proporne di totalmente nuovi e inimmaginati finora". L'alleanza conta di supportare il rilascio di oltre 10 veicoli a guida autonoma entro il 2020 con l'ausilio delle proprie tecnologie, che consentiranno di sfruttare al meglio il tempo "libero" che si trascorrerà in auto una volta inserito il pilota automatico.

Renault-Nissan intende sviluppare e lanciare servizi connessi e applicazione focalizzate a semplificare e migliorare il rapporto con la propria auto attraverso informazioni basate sull'utilizzo, funzionalità di accesso da remoto, diagnosi remota e, come accennato, manutenzione preventiva.

Secondo il comunicato ufficiale, la scelta della Renault-Nissan Alliance sarebbe ricaduta su Azure per la sicurezza della piattaforma ed il relativo supporto ad una moltitudine di sistemi operativi e linguaggi di programmazione. "Abbiamo costituito questa partnership per accelerare lo sviluppo delle strategie mobili e di cloud di Renault-Nissan e offrire nuove esperienze ai clienti", ha dichiarato Jean-Philippe Courtois, Executive Vice President e Presidente Microsoft Global Sales, Marketing and Operations di Microsoft. "Questa collaborazione amplierà lo standard delle auto connesse".

Permettere lo scambio di informazioni: i clienti potranno comodamente controllare e comunicare il tempo stimato di arrivo o avvisare gli amici di un cambio di programma. Le machine potranno, inoltre, effettuare automaticamente i pagamenti dei pedaggi autostradali. Utilizzeranno un'applicazione mobile per reperire la posizione del veicolo, da remoto potranno ricaricarla ed inserire la climatizzazione, ma anche bloccare ed aprire le porte; previsto anche un software di tracking individua la posizione di un'auto rubata e la disattiva appena possibile.

Grazie alla personalizzazione dei servizi la macchina imparerà i gusti e le abitudini di chi le guida suggerendo sempre i migliori percorsi. Il Costruttore potrà raccoglie (privacy permettendo) i dati sull'utilizzo reale per migliorare con il feedback ottenuto la qualità in fabbrica.