17 settembre 2016 | Magnini non si ferma: "Nuotero' un altro anno"

17 settembre 2016 | Magnini non si ferma:

Prepararsi 4 anni per un'Olimpiade, dopo la grande delusione che è stata Londra 2012. Federica Pellegrini, in un'intervista a "Verissimo", torna sulla delusione delle ultime Olimpiadi di Rio dove per pochi centesimi non è riuscita conquistare la medaglia di bronzo nei 200 stile libero.

E ha detto: "ogni volta che entriamo in acqua, noi sappiamo che la vittoria è legata anche a qualche centesimo di secondo". Ero stufa di dover fare i conti con i centesimi ogni volta, dopo anni di duri allenamenti e sacrifici. Ho deciso cioè di concedermi un'altra possibilità. Il mio prossimo obiettivo saranno i mondiali di Budapest 2017 e poi c'è Tokyo 2020. Considerando l'età, avere 32 anni nel nuoto ed essere competitivi come lei non è da tutti. "Ho deciso di crederci e ci credo fortemente". La gente si nasconde dietro una tastiera e non ha il coraggio di dire le cose in faccia.

Non mancano anche le confidenze sul rapporto con Filippo Magnini, il suo fidanzato. In allenamento, poi, Filippo è un osso duro" e poi ancora, "Dopo la gara eravamo tutti sconvolti. Io, lui, il mio allenatore, la mia psicologa e il mio fisioterapista. Però se avessi smesso adesso avrei lasciato qualcosa in sospeso e a me non piace lasciare le cose in sospeso. "Diciamo che mi piacerebbe chiudere questo ciclo e spero di farlo come vorrei io": questo il suo primo commento dopo l'annuncio del nuovo itinerario della sua vita sportiva, già pubblicato sulla sua pagina Facebook il 13 settembre scorso (come mostra la foto sotto).

La conclusione della portabandiera dell'Italia a Rio 2016 è che "il nuoto è uno sport sano". Purtroppo è sempre più intaccato dall'ombra doping a livello internazionale. Insomma, l'ombra di questo doping aleggia molto e si sente anche durante le gare: vedi fisici cambiare di tre mesi in tre mesi e, soprattutto per una donna, questo è impossibile.