Virus Zika colpisce anche il cervello degli adulti. Studio choc

Virus Zika colpisce anche il cervello degli adulti. Studio choc

"Zika chiaramente può entrare nel cervello degli adulti e può devastarlo", ha detto Sujan Shresta, professore della Jolla Institute of Allergy and Immunology, aggiungendo che l'infezione da Zika "è una malattia complessa", dato che gli adulti infettati "raramente mostrano sintomi rilevabili".

Esperimenti di labotatorio dimostrerebbero che il virus Zika potrebbe colpire anche il cervello delle persone adulte e non solo del feto.

In uno studio pubblicato su Cell Reports un gruppo di ricercatori della Medical School dell'Università del Massachusetts ha dimostrato la capacità di una proteina umana, prodotta naturalmente dall'organismo, di ridurre significativamente la capacità del virus Zika di infettare le cellule umane. Il virus infatti è capace di aggredirlo, danneggiando cellule fondamentali per la memoria e l'apprendimento perché capaci di sostituire i neuroni danneggiati. Stando a una ricerca condotta da Joseph Gleeson, della Rockfeller University, in realtà il virus Zika sarebbe in grado di produrre degli effetti anche negli adulti.

Presente in quasi tutte le cellule umane, IFITM3 altera la permeabilità della membrana cellulare; quando i suoi livelli sono bassi lo Zika infetta le cellule con maggiore facilità, mentre livelli elevati di questa proteina bloccano l'infezione. "Negli adulti Zika non attacca tutto il cervello, come avviene nel feto - continua Gleeson - ma solo queste cellule", cruciali per apprendimento e memoria.

Il rischio riguarda particolarmente gli adulti che hanno un sistema immunitario indebolito e l'attacco di Zika potrebbe comportare effetti nel lungo periodo sulla memoria o nella comparsa della depressione.

Una serie di casi di virus Zika, trasmessa con ogni probabilità da zanzare locali, è stata identificata a Miami Beach: lo scrive il New York Times, citando le autorità sanitarie, che ora devono decidere se indicare una parte della frequentata città turistica come zona di trasmissione attiva di Zika o se avvisare le donne incinta di evitarla.

Il virus Zika agisce uccidendo le cellule staminali neuronali, cioè le cellule progenitrici dei neuroni, che sono abbondanti nel feto.