Vicini alla famiglia Bonucci, forza Matteo

Vicini alla famiglia Bonucci, forza Matteo

Il mondo del calcio si stringe attorno a Leonardo Bonucci e alla sua famiglia.

Leonardo manda un segnale positivo, non tanto in vista dell'importante amichevole Italia-Francia, quanto per le condizioni di salute del piccolo Matteo. In quell'occasione fu diramato un comunicato a firma di Bonucci e della moglie, in cui informavano che il piccolo stava bene e l'operazione aveva avuto un buon esito.

Leonardo Bonucci non si è presentato a Coverciano per motivi personali: sarà il giocatore, fanno sapere dalla federazione, a decidere se e quando rispondere alla convocazione.

Dal web sono poi arrivati tantissimi messaggi di sostegno per Bonucci, sia dai tifosi della Juve ma anche da tifosi di altre squadre: "È vero, viviamo di calcio 24 ore su 24, viviamo di gol e di sfottò - si legge - ma quando in gioco non c'è più una semplice partita ma la salute di un bambino, allora tutto il resto passa in secondo piano. Questa è una speranza mia, sua, e di tutti".

Primo allenamento stamani per gli Azzurri agli ordini del nuovo commissario tecnico Giampiero Ventura. "Forza Matteo, forza Bonucci, Napoli è con voi". Striscioni simili sono anche apparsi tra i tifosi del Napoli e della Roma, tradizionalimente ostili alla Juve. Il calciatore ha annullato tutti gli impegni per stare vicino al figlio Matteo, di soli due anni, che sta male.

Per fortuna in uno scenario del genere c'è ancora chi dà il buon esempio e ci ricorda quali valori dovrebbero essere sempre perseguiti: sportività e rispetto reciproco non svaniranno per la violenza ingiustificata di alcuni soggetti che col calcio hanno poco a che vedere, e che per fortuna rappresentano ancora una minoranza, seppur in crescita, rispetto allo spettacolo e alle emozioni che ancora oggi il calcio ci regala.