Turchia: presidente Erdogan arrivato a mega-raduno

Turchia: presidente Erdogan arrivato a mega-raduno

Recep Tayyp Erdogan chiede al suo popolo una prova di forza e convoca una manifestazione oceanica a Yenikapi, nel distretto di Istanbul sul mar di Marmara, per celebrare la propria apoteosi dopo giorni di mobilitazione e di repressione da parte del regime. Diverse fonti giornalistiche parlano infatti di tre milioni di partecipanti. In piazza oltre ai manifestanti e gli organizzatori sono scesi anche i seguaci del presidente Recep Tayyip Erdogan e del partito Giustizia e sviluppo. Negli Usa, cittadini turchi manifestano alla Casa Bianca pro Erdogan e in sostengo alla democrazia.

A chiudere la manifestazione, cui parteciperanno anche i familiari dei 239 "martiri" del tentativo di golpe, sarà lo stesso Erdogan in serata. Alla manifestazione anche i leader di due dei maggiori partiti d'opposizione, il segretario del partito socialdemocratico Chp, Kemal Kiliçdaroglu, e il leader del partito ultranazionalista Mhp, Devlet Bahçeli. Assente solo il partito filo-curdo Hdp, che non è stato invitato. E quando ha arringato la folla, ringraziando entusiasticamente chi "a petto nudo" ha fermato i golpisti, l'entusiasmo è andato alle stelle.

"Approverei la pena di morte se il Parlamento votasse per introdurla". La manifestazione potrebbe diventare la più grande della storia del Paese.

Keystone
Keystone 2/10

"Il 15 luglio ha aperto la porta alla nostra riconciliazione" aveva scandito. Le ultime tre settimane di manifestazioni pro-Erdogan nelle più importanti piazze di Istanbul e Ankara sono state accompagnate dalle implacabili purghe tra militari, magistrati, insegnanti, giornalisti e intellettuali.

Epurazioni che preoccupano la comunità internazionale ma che oggi sono rimaste fuori dalle piazze presidiate da migliaia di poliziotti e uomini dei servizi di sicurezza.

"Lo spirito della nazione, una bandiera, una patria e uno stato prevarrano durante la manifestazione", ha detto invece il primo ministro Binali Yildirim, ammonendo contro ogni provocazione. L'ennesima ovazione della marea rossa e bianca gli ha consegnato il trionfo.