Tumori, si combattono con batteri kamikaze

Per evitare effetti collaterali, i ricercatori hanno aggiunto un ulteriore circuito che permette alle cellule di rilevare quanti altri batteri siano presenti nell'ambiente, attraverso un processo che si chiama quorum sensing, e quando la popolazione batterica raggiunge un predeterminato livello, le cellule batteriche si autodistruggono rilasciando il loro contenuto tossico.

Un altro importante passo in avanti nella ricerca di una cura contro il cancro è stata fatta da un gruppo di ricercatori americani, coordinati da Jeff Hasty, che lavora tra l'Università della California a San Diego e il Mit. E' la prima applicazione della lunga serie di ricerche sulla vita sintetica.

Un approccio "allettante", sottolinea Hasty, visto che la chemioterapia non sempre arriva in profondità, mentre i batteri possono colonizzare anche le parti più 'nascoste' del tumore.

Frutto di una ricerca congiunta operata dall'Università della California e dal Mit, il batterio sintetico è costituito da una sorta di tessuto organico, ricavato dalla Salmonella "depotenziata", al cui interno viene abilmente celato un rimedio farmacologico contro il cancro ed in virtù delle sue esigue dimensioni e della possibilità di programmare le sue azioni, riesce a far penetrare il principio direttamente al cuore del Male, senza che i pesanti ed invasivi preparati medici necessitino di metabolizzazione da parte dell'organismo umano. L'esperimento ha dimostrato che i batteri obbediscono efficacemente alle istruzioni.

"Questo approccio ben si adatta a tumori epatici - dice la Bhatia - perché i batteri assunti per via orale hanno elevata esposizione proprio lì". Secondo i test, sono più efficaci se usate in combinazione. I primi risultati ottenuti possono ritenersi positivi, in quanto se somministrati assieme alla chemioterapia i batteri si sono dimostrati in grado di ridurre l'attività proliferativa del tumore e quindi hanno aumentato le possiblità di sopravivenza. La strada, comunque, è tracciata. Chiudendo questo banner o cliccando qualunque elemento sottostante oppure continuando la navigazione (page scroll), acconsenti all'uso dei cookies.