Trema il Centro Italia, sisma 6.0 nel reatino

Trema il Centro Italia, sisma 6.0 nel reatino

Una lieve scossa di terremoto di magnitudo 2.4 e avvenuto questa mattina in provincia di Ravenna e precisamente tra il comune di Castel Bolognese e Faenza. Non è chiara l'entità dei danni alla montagna più alta degli appennini. "Quartieri interi che non ci sono più". "Abbiamo spazio per elicotteri di soccorso, ma la priorita' e' liberare le strade".

Con le prime luci del giorno, le immagini pubblicate da Tgcom 24 non lasciano dubbi su come siano ridotti i comuni coinvolti. Vengono però segnalate molte persone sotto le macerie e il bilancio delle vittime è destinato a salire.

Anche una nuova forte scossa, alle 4:34, è stata avvertita in tutto il centro Italia. L'epicentro è stato segnalato non molto in profondità, elemento che ha aumentato la percezione delle onde sismiche.

Alle 4.30 scossa di magnitudo 3.4 a Perugia e altre due, con stesso epicentro alle 4.32 (magnitudo 5.1) e alle 4.33 (5.4). "Metà paese non c'è più", ha aggiunto il sindaco, "le strade di accesso sono bloccate". Oltre 100 scosse, almeno 55 di magnitudo superiore a 3,0. E altre scosse definite di assestamento sarebbero ancora in corso. Sono già partiti i soccorsi verso le Marche ed alcuni verso la parte interna del Lazio. Confermato il 6° grado.

Viene appena diffuso dal TG3 che ci sono due vittime, ma la notizia è da confermare.

Le prime notizie parlano di un terremoto in Umbria, tra il 6° e 7° grado. I palazzi hanno tremato per 20 secondi.

Una forte scossa di terremoto è stata distintamente sentita a Cesena e in tutta la Romagna pochi minuti dopo le 3,30 della notte tra martedì e mercoledì.

Il racconto di Giuseppe Ercoli, corrispondente dell'Ansa, ci fa rendere conto di come possano essere stati quei momenti per la popolazione locale: "Abbiamo sentito un boato, poi una scossa lunghissima che ci ha buttato dal letto".