Tornava dalla Gmg, giovane romana muore di meningite

Tornava dalla Gmg, giovane romana muore di meningite

Susanna Rufi, 19 anni, di ritorno dalla Giornata Mondiale della Gioventù di Cracovia, stava male, ma le amiche avevano pensato a troppa stanchezza, magari un'insolazione.

Una ragazza di Roma è morta oggi a Vienna per meningite. Il gruppo di italiani presenti a Cracovia per la Gmg è uno dei più numerosi, ne facevano parte circa 100 mila ragazzi che hanno visitato la stessa Casa Italia in cui è stata la ragazza romana. La giovane, così come tutti gli altri occupanti dell'autobus, avrebbe fatto la profilassi e dunque sarebbe remota l'ipotesi che si tratti di un secondo caso di meningite. "La Chiesa italiana - ha sottolineato la Cei - si stringe nel cordoglio attorno ai familiari della ragazza rimasta vittima, a conclusione di un'esperienza che è stata all'insegna della fraternità e della condivisione". Anche alla luce della morte improvvisa, tre giorni fa, della giornalista Rai Anna Maria Jacobini, al seguito del Papa, anche lei a Cracovia.

Purtroppo in Italia si sono riscontrati in questi ultimi mesi diversi casi di meningite fulminante.

La giovane, scrive Il Corriere, era molto conosciuta nella comunità. Con lei anche la sorella Margherita, che è fuori pericolo.

Susanna durante il viaggio accusò forti dolori alla testa.

Anche i membri del gruppo di cui la ragazza era parte sono stati sottoposti alla profilassi cautelativa. "Era raggiante, non aspettava altro da un anno, si era preparata seriamente per questo viaggio - ricorda ancora padre Alessandro -, intanto dopo la maturità (al liceo Augusto di via Appia) aveva cominciato a prestare servizio presso il nostro oratorio estivo a San Policarpo". Lo rende noto la Cei. Ieri sera un altro caso sospetto. La notizia della morte di una giovane italiana, che ha inspiegabilmente contratto la fulminante malattia, sta letteralmente gettando nel panico migliaia di italiani, partecipanti alle GMG a Cracovia.