Terremoto Amatrice, arrestato uno sciacallo a Retrosi

Terremoto Amatrice, arrestato uno sciacallo a Retrosi

E' stato arrestato dai Carabinieri del comando provinciale di Rieti nell'ambito dei servizi predisposti proprio per reprimere il fenomeno dello sciacallaggio.

Ha tentato di forzare con un cacciavite il portone di un palazzo colpito dal terremoto, nella frazione Retrosi del Comune di Amatrice. Il 45enne ha cercato di divincolarsi e scappare, ingaggiando con i militari una colluttazione durante la quale uno di loro è rimasto lievemente ferito.

I carabinieri hanno poi proceduto alla perquisizione dell'uomo e hanno rinvenuto nelle tasche dei pantaloni un biglietto ferroviario datato 24 agosto per la tratta Napoli-Roma. I militari hanno riportato ferite guaribili in sei giorni. L'uomo, con numerosi precedenti penali per detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, ricettazione e porto abusivo di armi è stato tratto in arresto con l'accusa di rapina impropria e lesioni personali e portato nella casa circondariale di Rieti. E molte persone della nostra regione si stanno recando sul posto per dare una mano per la ricostruzione.