Terremoto: aiuti dalla Protezione Civile della Campania. Vincenzo De Luca: "Piena collaborazione"

Alle 17.30 partirà invece la Colonna mobile che sarà composta da otto operatori della Protezione civile toscana - accompagnati dall'assessore regionale all'ambiente Federica Fratoni - e cento volontari con 29 mezzi. Cresce il numero delle persone che hanno perso la vita in questa terribile catastrofe, che è arrivato a 268.

I maggiori danni si registrano nei Comuni di Amatrice, Accumoli e Arquata del Tronto. Al momento si registrano ancora criticità per i soccorsi a raggiungere alcune località, un reparto del Genio militare è mobilitato da Roma per la rimozione delle macerie. C'è stato un grande slancio di solidarietà e un forte sentimento di unità in tutto il Paese: "mi auguro che non si perda nei prossimi giorni, ma sono fiducioso perché la reazione dello Stato è stata efficace, seria e misurata".

Inoltre, per fare in modo che tutti possano contribuire, nella giornata di Sabato, saranno predisposti, sempre da parte dei volontari della locale Protezione civile (riconoscibili attraverso tesserini e divisa ufficiale), dei punti di raccolta direttamente presso i supermercati di Frattamaggiore.

La Sala operativa regionale di Protezione civile della Regione Friuli Venezia Giulia, operativa h24 e contattabile al n° verde 800.500.300 prenderà nota delle raccolte spontaneamente effettuate o di disponibilità e, solamente in caso di richiesta dal Sistema nazionale della Protezione civile, provvederà a contattare i singoli referenti per la eventuale consegna. E' stata anche comunicata la possibilità di un modulo di chirurgia d'urgenza quale ospedale da campo. I tecnici sono al lavoro per il ripristino dei servizi. Siamo vicini alle popolazioni colpite.

È infine attivo il numero solidale 45500, tramite cui è possibile donare due euro a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto inviando un sms o chiamando da rete fissa. Il servizio è attivato con gli operatori nazionali Tim, Vodafone, Tre, Fastweb, CoopVoce, Wind e Infostrada, TWT, CloudItalia e PosteMobile.

Poi fa presente la necessità di concentrare la raccolta verso la sede della locale Protezione Civile, che è autorizzata ad accedere ai luoghi colpiti dal sisma.