Spaccio a Lamezia Terme: droga, armi e denaro in casa. Un arresto

Spaccio a Lamezia Terme: droga, armi e denaro in casa. Un arresto

In esito ad approfondita azione infoinvestigativa svolta dalla guardia di finanza sul territorio lametino, in conformita' alle specifiche direttive promananti dalla locale procura della repubblica, i militari hanno notato che presso alcune abitazioni private ubicate nel quartiere nicastro della citta' vi era un sospetto andirivieni di molte persone e ragazzi, senza un apparente specifico motivo. Si tratta di Muraca Andrea di 37 anni, domiciliato in Via dei Bizantini. Tutti tali espedienti si sono rivelati inutili in quanto l'irruzione tempestiva e coordinata dei militari ha impedito qualsiasi iniziativa volta a dissimulare l'attivita' illecita o a occultare le armi e la droga. Sono state disposte, quindi, sotto il coordinamento della magistratura, sono state effettuate diverse perquisizioni domiciliari presso le abitazioni ritenute sospette, con il supporto delle unità cinofile del gruppo dei baschi verdi lametini.

Durante le perquisizioni di alcuni dei loro appartamenti i finanzieri hanno trovato un chilo e 131 grammi di marijuana, 112 grammi di cocaina, in parte già confezionati in singole dosi, pronte per lo spaccio, ma anche gli strumenti e le sostanze per tagliare e confezionare la droga.

I finanzieri hanno poi trovato occultate in una stretta intercapedine del soffitto di un'abitazione, anche due pistole di cui una con matricola abrasa. In una delle abitazioni è stato individuato addirittura uno strumento elettronico per il rilevamento di eventuali microspie e un sistema di telecamere per controllare gli avvicinamenti dall'esterno.

Tutto il materiale ritrovato è stato sequestrato mentre un soggetto, colto in flagranza, è stato arrestato. Sulla base delle direttive tempestivamente emanate dalla Procura di Lamezia Terme sono in corso accertamenti volti a verificare origine e eventuali utilizzi, anche pregressi, soprattutto delle armi e delle munizioni rinvenute.

Ora il Procuratore della Repubblica facente funzioni, Luigi Maffia, sta vagliando gli atti della Guardia di Finanza ed oggi sarà celebrata l'udienza di convalida dell'arresto dinanzi al GIP di Lamezia Terme.