Sfiduciato il sindaco di Pompei, Nando Uliano

Sfiduciato il sindaco di Pompei, Nando Uliano

Il Comune di Pompei tornerà al varo in maggio del prossimo anno. Così Vincenzo Sica, ex assessore della giunta Uliano, a poche ore dalla sfiducia protocollata da dieci consiglieri comunali che hanno decretato di fatto la fine dell'amministrazione di Pompei. Non ci sta e già pensa alle prossime che si terranno alla prima data utile.

"Un atto di sfiducia al Sindaco- scrivono nella nota firmata congiuntamente- e alla sua amministrazione che in questi due anni di governo non è stata capace di individuare le priorità alle tante urgenze presenti sul nostro territorio". Il sindaco spiega che non si aspettava tale "tradimento", visto che era riuscito da poco a recuperare i due consiglieri alla maggioranza. Sono un sindaco perbene che non ha ceduto ai ricatti dei consiglieri comunali, dei poteri forti e del malaffare ... io non lascerò mai il Paese in mano ai farabutti e ai malfattori ... la battaglia continua ... ricomincio a testa alta ... A lasciare lo scranno di palazzo de Fusco sono stati Franco Gallo, Bartolo Martire, Maria Padulosi, Salvatore Perillo, Carmine Cirillo, Lello De Gennaro, Marika Sabini, Angelo Calabrese, Stefano De Martino e Luigi Ametrano. "I cittadini hanno già scelto una volta per il cambiamento e lo rifaranno scegliendo di nuovo Nando Uliano sindaco".