Rio 2016, quanto guadagna un atleta che vince una medaglia?

Nel canottaggio, in acqua per la prova di ripescaggio l'otto maschile, mentre nella pallanuoto maschile la nazionale di Sandro Campagna torna in piscina per il terzo turno dopo aver battuto sia la Spagna che la Francia.

Potremo vedere in tv Federica Pellegrini alle 3:19 per la finalissima dei 200 stile libero. Al momento, Garozzo e Pizzo sono gli italiani favoriti. Nel canottaggio, quattro di coppia maschile la favorita è l'Australia, davanti a Germania ed Estonia.

Oggi si terranno le semifinali e le finali della specialità canoistica dello slalom C-1. Il sollevamento pesi vede la finale della categoria 69 chilogrammi femminile in programma alle 20.30 con favorite una cinese Xiang Yanmei, una kazaka, la Zhapparkul, ed una colombiana, la Solis Arboleda.

Oggi si disputa il torneo maschile nella categoria 81 chilogrammi. Sulle pedane della scherma, due italiane tra le favorite del fioretto femminile, Errigo e Di Francisca, insieme alla russa Deriglazova. L'ultima finale della quarta giornate dei Giochi sarà quella della staffetta 4×200 stile libero maschile, a cui potrebbe partecipare anche la squadra Italia. Sempre in campo maschile, per i 200 metri rata, favori del pronostico per Prevot, degli Stati Uniti, per Koch, della Germania e per l'ungherese Gyurta.

Menù ricchissimo nel nuoto: si parte alle 18:14 con le batterie dei 100 sl, impegnati i nostri Dotto e Magnini; dalle 18:33 i 200 farfalla donne, protagoniste - speriamo - Pirozzi e Polieri; quindi Pizzini alle 19:10 nei 200 rana uomini e la 4×200 maschile (D'Arrigo, Belotti, Di Giorgio e Detti) alle 19:17.

Insomma, sarà una giornata davvero ricchissima. Meglio quotata la vittoria del duo del beach volley maschile impegnato nella notte contro la Tunisia, dove la vittoria del duo Nicolai-Lupo è data a 1.01 mentre il due è stato fissato a 15.00.

Gli occhi di tutta Italia oggi saranno sulla finale dei 200 metri stile libero dove a gareggiare ci sarà la portabandiera azzurra Federica Pellegrini, che dal 2009 detiene il record mondiale nella specialità.

Anche la Lettonia ha scelto di motivare i suoi atleti promettendo medaglie generose: 140 mila euro per un oro, 70.500 per un argento e 49.400 euro per un bronzo.

Il medagliere olimpico al momento sorride alla Cina, che per adesso ha superato gli Stati Uniti per numero di ori conquistati, e dunque giustamente in testa secondo regolamento.

E tra i primi posti della classifica in quanto a riconoscimenti in termini economici agli atleti mandati a Rio troviamo proprio l'Italia.