Referendum, Renzi: "Se passa, ai poveri i 500 milioni risparmiati"

Questo non è il mio referendum. Le risorse sarebbero i "500 milioni" che verrebbero "risparmiati sui costi della politica" nel caso in cui il referendum passi, secondo Renzi. Non sono mancati i messaggi nei confronti della minoranza, il Presidente del Consiglio ha infatti dichiarato: "Chi vuole cambiare linea o segretario, si ricordi che ogni 4 anni c'è il congresso, non una volta al giorno in tutte le tv e tutti i tg o i talk show".

Per questo si prepara a separare il suo futuro politico dal risultato finale del referendum. "Siccome noi li togliamo, è evidente che la classe politica ha paura di questo". "Se qualcuno pensa di essere contagiato da una particolare sindrome - la sindrome Bertinotti, per la quale uno chiede sempre di più per poi non avere nulla - noi dalla sindrome Bertinotti siamo immuni". "Lo dico qui in Emilia - ha aggiunto - nel giorno in cui Romano Prodi festeggia il compleanno, e lui della sindrome Bertinotti sa qualcosa". "Pensate che bello metterli sul fondo della povertà e darli ai nostri concittadini che non ce la fanno", ha detto il premier intervenendo alla Festa dell'Unità di Bosco Albergati (Modena). Il comitato del Sì, a differenza di chi dice No, ha raggiunto le firme necessarie alla presentazione in Cassazione (ne servivano mezzo milione, ne abbiamo avute quasi 600mila, circa il triplo degli altri). Rivendica di aver ripristinato il nome di Festa dell'Unità, quando si era scelto 'Festa democratica'. Quanto alle nomine Rai, "io non ci ho messo bocca" taglia corto. Così Matteo Renzi parlando, a Bosco Albergati, di riforme costituzionali. Frase che scatena qualche polemica da parte di coloro che interpretano la sortita come attacco agli elettori che intendono votare "no" e non ai parlamentari "pentiti". Ma poi avverte: "C'è gente tra di noi che pur di far perdere i propri è disponibile a mandare a casa un intero sistema". Restano poi alti i toni delle opposizioni sia sul fronte della data (che non è tra le priorità del premier) che dei fondi ricevuti (per legge) dal comitato del sì. Non cerchiamo solo quelli del Pd, andiamo da chi non ha votato Pd: a quelli che hanno votato per la Lega diciamo 'ma tu vuoi mantenere i rimborsi ai gruppi regionali per continuare a comprare le mutande verdi?