Raid su ospedale Msf: 20 morti e 15 i feriti

Raid su ospedale Msf: 20 morti e 15 i feriti

Altri 4 morti lo scorso 10 gennaio nella provincia di Saada, sempre all'interno di un ospedale di Medici senza frontiere, centrato da colpi di cannone.

L'organizzazione umanitaria, le cui strutture vengono colpite non di rado in tutto il Medio Oriente, ha precisato che l'ospedale si trova ad Abs, nella provincia nord orientale di Hajja, a 130 km dalla capitale Sanaa.Un responsabile dell'opposizione sciita (rappresentata dalla tribù Houthi), Ayman Mazkour, ha confermato che i morti sono sei, ma ha fissato a 20 il numero dei feriti. Lo riferiscono residenti e funzionari locali secondo quanto riferisce la Bbc online.

Dieci bambini sono stati uccisi da un raid che ha colpito una scuola in una zona controllata dai ribelli Houthi, nel Nord dello Yemen.

Il governo riconosciuto internazionalmente del presidente Abd Rabbo Mansur Hadi, vicino all'Arabia Saudita, ha invece la sua sede provvisoria nella città di Aden, principale porto nel sud del Paese. Dal comando della coalizione non ci sono stati commenti alle notizie delle bombe sull'ospedale. Nel raid, condotto dalla coalizione guidata da Riad, sono morte almeno sei persone. Dal marzo dello scorso anno la coalizione araba bombarda le regioni del Paese fuori dal controllo del governo del presidente Hadi. Secondo stime delle Nazioni Unite, almeno 6.400 persone, per lo più civili, sono stati uccisi nel conflitto, mentre gli sfollati interni ammontano a circa 2,8 milioni. L'emittente ha precisato che l'attacco è avvenuto nei pressi della località di Najran, ma l'esercito di Riad ha bloccato i miliziani distruggendo anche alcuni veicoli militari.