Porto Marghera, fumo nero e fiamme dal Petrolchimico

Porto Marghera, fumo nero e fiamme dal Petrolchimico

Sul posto in vigili del fuoco con le "partenze" schierate e i tecnici dell'azienda. Non si tratta di sostanze tossiche: non ci sono dunque rischi per la popolazione e non risultano feriti. L'Ulss 12 ha infine allertato tutti gli operatori del Suem, a tutela della salute pubblica. L'assessore all'Ambiente e alla Protezione civile del Veneto, Gianpaolo Bottacin, ha rilevato che i tecnici della Protezione civile e dell'Arpav, che si sono subito attivati, continuano a monitorare la qualità dell'aria.L' allarme è rientrato dopo poche ore, concludendo le operazioni dei vigili del fuoco intervenuti anche con gli specialisti della Nbcr a supporto delle squadre aziendali.

Una colonna di fumo e vapore si è alzata domenica mattina dall'impianto Versalis di Porto Marghera. L'attivazione "è stata causata da un disservizio a uno scambiatore di calore che - spiega Eni - ha causato il blocco di alcuni forni e, successivamente, del compressore di processo, con conseguente intervento del sistema di sicurezza che prevede l'attivazione delle torce". "Si consiglia prudenza per gli abitanti della terraferma", scrive in una nota.