Napoli, esplode la rabbia contro De Laurentiis

Napoli, esplode la rabbia contro De Laurentiis

Perché si è arrivati a questo, anche se il Napoli è stabilmente in Europa da 7 anni e la gestione societaria si dimostra sempre virtuosa ed economicamente solida?

Napoli - Gli ultrà esplodono contro il presidente Aurelio De Laurentiis. Pomo della discordia è la sessione di mercato estivo: per i tifosi la squadra, invece di rafforzarsi percompetere ad alti livelli, si sarebbe solo indebolita.

Così, dopo che anche la trattativa per portare in azzurro Mauro Icardi, che sembra ormai aver preferito rimanere all'Inter, sembra naufragata, i tifosi hanno inteso manifestare apertamente la propria delusione.

Sulla questione si è già mossa la Digos di Napoli che, dopo aver raccolto gli elementi, sta avviando le indagini per identificare gli autori.

Alcuni di questi striscioni sono molto offensivi e in generale tutti contestano il calciomercato di questa stagione.

Nel mirino c'è Aurelio De Laurentiis, oggetto di offese durissime da parte di un gruppo organizzato 'Quartieri Spagnoli'. Non è la prima contestazione contro il presidente, ma finora, escludendo uno striscione comparso in curva A in cui si chiedeva a De Laurentiis se volesse fare la fine di Ferlaino, non c'erano state minacce.

Nei giorni scorsi, i tifosi presenti nel ritiro di Dimaro erano stati abbastanza "morbidi" con il presidente.