Muore a 17 anni a causa di un succhiotto della fidanzata

Muore a 17 anni a causa di un succhiotto della fidanzata

Morire di passione si può: muore un ragazzino di 17 anni per colpa di un succhiotto che gli ha causato un ictus.

. Un banale gesto affettuoso si è trasformato in un'arma letale, che ha portato alla morte un giovane messicano.

Julio Gonzalez Macias, riferisce il MailOnline, era a tavola insieme alla sua famiglia nella loro casa a Città del Messico quando ha iniziato a sentirsi male e ad avere delle convulsioni.

Nonostante si tratti di un'eventualità rara, non è certo la prima volta che una persona va incontro a gravi danni per via di un semplice succhiotto. Secondo quanto riportato dal Daily Mail a provocare la formazione del coagulo di sangue, arrivato poi accidentalmente al cervello, sarebbe stato un succhiotto lasciato poche ore prima sul collo della vittima dalla fidanzata 24enne. L'intervento dei paramedici è stato immediato, ma Julio è morto poco dopo. Attualmente la ragazza è diventata irreperibile, per paura di poter essere accusata della morte del 17enne, e la famiglia del ragazzo, che già non approvava la relazione a causa della differenza di età, ritiene adesso la giovane responsabile di quanto accaduto.

Nel 2011, ad esempio, in Nuova Zelanda una donna di 44 anni era rimasta parzialmente paralizzata a causa di un ictus, verificatosi in circostanze simili. In quel caso, il dottor Teddy Wu dichiarò: "A mia conoscenza, è la prima volta che qualcuno viene ricoverato in ospedale per un succhiotto".